La svolta di Varese: squadra più forte per convincere. Mannion a restare

La Pallacanestro Varese si prepara per la nuova stagione di basket puntando su Nico Mannion come fulcro del roster. La ricerca di un pivot esperto e di una guardia tiratrice è in corso per rafforzare la squadra e rendere competitiva.

La svolta di Varese:  squadra più forte per convincere. Mannion a restare

La svolta di Varese: squadra più forte per convincere. Mannion a restare

Calma apparente in casa Pallacanestro Varese, ma la realtà parla di alta pressione. Tutto passa da Nico Mannion (nella foto), e dopo una stagione deludente a inizio luglio manca ancora un allenatore e un roster da completare.

Attualmente, la panchina è quasi completa con Librizzi, Harris, Assui, un italiano mancante e Okeke. In quintetto ci sono le ali Justin Gray e Gabe Brown, con Mannion come regista. La ricerca di un pivot si è orientata verso profili con più esperienza europea, come Josh Shurma, noto per le sue abilità difensive. Il nuovo pivot deve essere un giocatore capace di garantire intimidazione difensiva, rimbalzi, atletismo ed energia.

Per la posizione di guardia, Varese ha sondato Prentiss Hubb, un tiratore temibile con un buon tasso atletico, già noto per aver punito i biancorossi con una tripla decisiva nel 2023. La squadra punta a rendere il roster Mannion-centrico, con almeno due nuovi innesti per rafforzare sia la difesa sia l’attacco.

Le prime due edizioni dell’OJM sotto la guida di Scola hanno dimostrato che è fondamentale spendere bene piuttosto che spendere molto. L’obiettivo è costruire una squadra competitiva e dare a Mannion le certezze necessarie per continuare a crescere. A.L.M.