Urgnano, Camilla Ceresoli muore nel sonno a 17 anni: il sorriso spento da un tragico destino

La ragazza stroncata da un infarto mentre dormiva. A trovarla ormai esanime la mamma. Oggi pomeriggio il funerale della giovane che frequentava il liceo di Caravaggio ed era una pallavolista

Camilla Ceresoli

Camilla Ceresoli

Urgnano (Bergamo) – Aveva solo 17 anni, tutta una vita davanti. Ma un destino cinico e crudele ha spazzato via sogni e passioni che coltivava (amava i cavalli, la scrittura e il disegno), obiettivi da conquistare. Nella notte tra sabato e domenica un arresto cardiaco ha posto fine a tutto. E adesso tutta Urgnano, ma non solo, piange la scomparsa improvvisa di Camilla Ceresoli. Ad accorgersi di quello che era accaduto è stata la mamma Francesca, domenica, poco prima di mezzogiorno. Non vedendo la figlia, ha deciso di svegliarla. La terribile scoperta: Camilla era morta. Il suo cuore aveva smesso di battere.

La madre disperata ha chiamato il medico e l’ambulanza. A stroncarla nel sonno un arresto cardiaco. "Stavamo facendo, come si deve fare, delle analisi e dei controlli però per lo sport era tutto a posto - ha spiegato il padre - sono le aritmie sopraventricolari che hanno causato questo. Sabato sera Camilla era uscita a mangiare il sushi con il suo ragazzo, stava bene. Lei era il mio amore".

Camilla era una ragazza molto impegnata: lo studio - frequentava il liceo Galileo Galilei a Caravaggio - lo sport con la Volley Spirano, gli amici. La sera prima era tornata a casa alle 23.30, si era preparata ed era andata a dormire nella sua stanza, come sempre. La domenica mattina i genitori la lasciavano dormire dopo la settimana impegnativa. Il padre, Massimo Ceresoli dirigente della Asd Oratorio Urgnanese calcio era andato a Fara Olivana per seguire una partita degli Esordienti. Sono state tantissime le attestazioni d’affetto per la 17enne. A partire dai Salesiani di Treviglio dove aveva frequentato le medie.

Piena di entusiasmo, Camilla giocava nello Spirano Volley, ma non faceva mancare l’impegno in oratorio dove era stata anche animatrice al Cre. Sognava di fare l’insegnante, studiare Psicologia o Filosofia, anche se si sarebbe voluta mettere alla prova con Medicina. Profondo cordoglio anche nella società Asd Oratorio Urgnanese Calcio di cui il padre Massimo è dirigente e dove gioca, tra gli Esordienti, il fratello Pietro. L’ultimo saluto oggi alle 14.30 nella parrocchiale. Anche l’Associazione genitori del Galilei si è unito alla scuola nella vicinanza al dolore della famiglia "per la prematura scomparsa della studentessa Camilla Ceresoli".