Nova Milanese (Monza), 5 dicembre 2017 - Clamorosa svolta nel giallo del tallio. Ad avvelenare le due famiglie Del Zotto e Palma sono state alcune erbe da infuso di provenienza erboristica.

E' il risultato delle analisi effettuate dall'Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta, che ha evidenziato la positività al tallio in quantità superiore alla soglia minima di sicurezza sui campioni prelevati dai tecnici dell'Ats Monza e Brianza nel corso dell'ultimo sopralluogo effettuato con i carabinieri di Nova Milanese nell'abitazione dei coniugi Palma-Pedon, ultimi intossicati dal metallo, consuoceri di Giovanni Battista Del Zotto e Maria Gioia Pittana, vittime del tallio insieme alla figlia Patrizia. 

Sono in corso accertamenti rivolti a appurare la provenienza del prodotto.