Desio (Monza) , 21 aprile 2017 – Rapina del tutto sui generis, quella andata in scena ieri pomeriggio in un supermercato di Desio. Dove un malvivente si è presentato armato di...pistola? Coltello? Taglierino? No, di un fumogeno. Con il quale ha ferito. Se stesso. Riuscendo comunque a mettere a segno il colpo, mignon (alcune bottiglie di alcolici). Ma finendo poi in ospedale, con una ustione alla mano e quindi al fresco, individuato dai carabinieri.

Protagonista della singolare vicenda un 34enne della provincia di Bergamo, che ha preso di mira il Pozzoli Market di via Mascagni. Qui arriva intorno alle 17.30, a volto scoperto. In mano impugna un fumogeno. E' l'idea, originale, che ha avuto per confondere le acque, mandare in tilt i presenti, annebbiare eventualmente anche le immagini delle telecamere.

Lo accende, dopo aver preso nelle corsie quanto gli interessava, e supera la barriera delle casse. Indenne, perchè nessuno lo ferma. Ma con una ustione di primo grado alla mano e al braccio destro. Il dolore è così forte che il giovane non esita a raggiungere il pronto soccorso di via Mazzini.

Qui cerca di raccontare alcune storie, sui motivi dell'incidente. Che però non convincono del tutto. La voce di quell'uomo così trafelato e misteriosamente ustionato arriva fino ai carabinieri, che si precipitano nei pressi dell'ospedale e lo trovano poco fuori.
Fatti i dovuti accertamenti, lo portano al fresco: dovrà rispondere di rapina.