Desio (Monza Brianza), 3 ottobre 2017 - Sarebbero una decina le persone sottoposte ad accertamenti dopo la morte a Desio per avvelenamento causato dal tallio di Giovanni Battista Del Zotto, 94 anni, e della figlia Patrizia, 62 anni.

Nelle scorse ore è stata ricoverata anche la badante dell'anziana coppia e sono sottoposti ad accertamenti 5 familiari residenti in provincia di Udine che hanno frequentato la casa di Varmo durante il perodio estivo. Esclusa la pista del fienile infestato dai piccioni nella casa delle vacanze, quale causa della contaminazione si è fatta strada quella del pozzo della famiglia. "La casa è molto vecchia, non passa l'acquedotto comunale - ha detto Sergio Michelin, sindaco di Varmo - Si tratta di un pozzo privato, nei prossimi giorni dopo gli accertamenti si saprà qualcosa di più".