Monza, 8 agosto 2017 - Era in vacanza con la sua famiglia a Capo d’Orlando, in provincia di Messina. Con lei c’erano il fratello gemello e i genitori, la mamma fra l’altro era originaria proprio di quelle parti, il nonno è un noto politico locale. Ha però trovato la morte Gea Papa, 14 anni. Domenica pomeriggio aveva pensato di trascorrere alcune ore in spiaggia, sul litorale di levante, nella zona dello scoglio “Garibaldi”. I ragazzini pare che giochino spesso su quello scoglio così spettacolare, parecchi di loro si tuffano da un’altezza di 4 metri e le foto che ne derivano sono sempre molto emozionanti. Gea era lì, a guardare dall’alto i suoi amici che si tuffavano. Nessuno avrebbe assistito alla tragedia: fatto sta che a un certo punto un giovane, mentre transitava in auto sul litorale, ha sentito gridare e ha notato a pelo dell’acqua la sagoma di una persona. Immediatamente si è fermato ed è corso in acqua, dove assieme ad altri ragazzi ha tirato a riva la giovane: era caduta evidentemente dallo scoglio e aveva sbattuto più volte contro le sporgenze appuntite. Sul posto è arrivata l’ambulanza e intanto la giovane è stata trasportata poco lontano, all’elipista del Porto di San Gregorio, da cui un elicottero era pronto a partire. La ragazzina, però, era in condizioni così gravi per le ferite alla testa e alla schiena che quell’elicottero non è più partito. La 14enne ormai era spirata. E per le centinaia di persone radunatesi intanto sul posto preoccupate non ci sarà tempo che per lo scoramento e la disperazione. Indagano sulla ricostruzione del tragico avvenimento i carabinieri, che ieri sono intervenuti assieme alla Guardia Costiera e ai vigili urbani.

Saranno determinanti le testimonianze degli amici e dei soccorritori, anche se pare che non ci siano molti dubbi sulla natura dell’incidente. I funerali della giovane si svolgeranno oggi alla Chiesa Cristo Re di Capo d’Orlando. La salma verrà poi trasportata a Messina per la cremazione e successivamente la ragazza, insieme ai genitori, tornerà a Monza, dove viveva. In Brianza la giovane era nota per la sua passione per l’hockey. E la società in cui militava, l’Hockey Agrate Brianza, ieri ha deciso di renderrle omaggio sulla propria pagina Facebook con poche accorate parole: "La Società CSA Hockey Agrate tristemente saluta la sua atleta quattordicenne Gea Papa, scomparsa prematuramente cadendo ieri dagli scogli di Capo d’Orlando dove si trovava in vacanza con la famiglia. Sarai sempre nei nostri cuori e nei nostri colori".