Monza, 11 agosto 2017 - Grave episodio di violenza domestica a Monza. Una giovane di 23 anni è stata accoltellata alla testa la notte scorsa in via Poliziano, nell'appartamento in cui vive con il fidanzato. L'uomo, un operaio 21enne, è stato arrestato dai carabinieri della Radiomobile di Monza per tentato omicidio. La ragazza è stata ricoverata all'ospedale San Gerardo in prognosi riservata. Non sarebbe in pericolo di vita. Ad avvertire i carabinieri sono stati i vicini, che hanno segnalato la lite in corso nell' appartamento della coppia.

Quando i carabinieri sono intervenuti in via Poliziano, intorno alle 2 di notte, non hanno trovato nessuno nell'appartamento dei due conviventi, entrambi italiani. Poi, su uno dei pianerottoli del palazzo, hanno intercettato il giovane ancora armato di coltello. Il 21enne si è scagliato contro i militari per non farli avvicinare alla ragazza, ferita alla testa e priva di sensi. Il giovane è stato bloccato, la ragazza è stata soccorsa e subito trasferita all' ospedale San Gerardo, dove si è ripresa. La 23enne, in uno stato di forte agitazione, non è stata però in grado di spiegare la dinamica dell'aggressione ai militari. Sulla vicenda continuano a indagare i carabinieri di Monza.