Lodi, 15 giugno 2017 - Anche a Lodi si celebrerà la Giornata Mondiale del Rifugiato con una serie di iniziative organizzate da SPRAAR in collaborazione con il Comune, Progetto Insieme, Caritas, Famiglia Nuova, Laboratorio degli Archetipi, Movimento Lotta Fame nel Mondo, Gruppo Fotografico Progetto Immagine, centro di psicologia Noesi e Ritrovamé. Domenica 18 giugno a partire dalle 18 si terrà in Piazza della Vittoria lo spettacolo teatrale “Le vie dei viaggi”, basato su un testo di Giannetta Musitelli, con la partecipazione di rifugiati di Lodi e Brembio e del Laboratorio Archetipi, che porteranno sulla scena le fatiche dei viaggi degli immigrati e le difficoltà incontrate nell'integrazione una volta arrivati a destinazione.

Martedì 20 alle 18 al Fanfulla ci sarà un aperitivo con il musicista curdo Ashti Abdo, un incontro con il fotografo Gabriele Puglia della rivista Ludesan Life, che sta realizzando un reportage sull'attività dello Spraar, e la presentazione del documentario “Echoes” di Gabriele Cipolla, ai quali seguirà alle 21.15 la proiezione del film-documentario “I am not your negro” di Raoul Peck, che ripercorre la filologia dell'identità dei bianchi americani e l'invenzione del "negro" come capro espiatorio per ritrovare la propria identità.