San Vittore Olona, 14 settembre 2017 - Le sue condizioni di salute sono per fortuna in fase di miglioramento e presto verrà dimessa dall’ospedale. La paura, però, è stata davvero tanta per una bimba di un anno che lunedì pomeriggio ha ingoiato un frammento di una tavoletta di hashish (dall’alto principio attivo) ed è rimasta intossicata a tal punto da costringere i medici a ricoverarla per alcune ore nel reparto di Rianimazione. Martedì le sue condizioni erano già per fortuna migliorate, al punto di trasferirla nel reparto di Pediatria.

La piccola si è sentita male intorno alle 17 di lunedì mentre si trovava con i genitori nel parchetto di via Roma a San Vittore Olona. All’improvviso si era assopita e non rispondeva più agli stimoli dolorosi. Vani i tentativi di svegliarla. È stato lanciato l’allarme, e sul posto è giunta in codice rosso un’ambulanza. Le sue condizioni apparivano gravi. Immediato è stato il trasporto in ospedale dove un’équipe medica l’ha sottoposta a tutta una serie di accertamenti, tra i quali anche a uno screening tossicologico. E l’esito degli esami ha subito fugato ogni dubbio su quanto le era successo: la bimba è risultata infatti positiva a sostanze cannabinoidi. La diagnosi: «Intossicazione da Thc», il principio attivo della cannabis. Dopo alcune ore in osservazione e le prime cure, la piccola rimaneva in uno stato di profondo sopore. In via precauzionale è stata quindi ricoverata in Rianimazione. Ieri la piccola era sveglia e stava bene. Vicino al suo letto di ospedale c’è sempre stata la sua nonna. I genitori sono adesso indagati.

La vicenda è stata affidata alla polizia di Stato che mantiene un assoluto riserbo attorno a una vicenda, va da sé, estremamente delicata.. Non appare certo verosimile la versione che la bimba abbia trovato la sostanza stupefacente a terra nel parchetto. È infatti più probabile che qualcuno, molto vicino a lei, abbia lasciato accidentalmente incustodita la droga e lei, ignara ovviamente di cosa fosse, l’abbia ingoiata.