Lecco, 11 ottobre 2017 - Nuova beffa per il vecchio tribunale, ormai da anni la più grossa "grana" per l'amministrazione comunale di Lecco. Sino ad ora per le spese di gestione del Palazzo di Giustizia (2011-2015) ha già sborsato oltre 6,2 milioni di euro a fronte di un rimborso dallo Stato di 2,1 milioni. Dei 4,1 milioni rimanenti però Roma ne restituirà solamente 1,4 milioni per di più in 30 “comode” rate annuali da 47mila euro. 

Un'inezia, per di più spalmata su più anni quella avanzata dal Ministero di Giustizia, a cui la giunta Brivio ha deciso di aderire con la delibera di Giunta con la quale il Comune di Lecco rinuncerà definitivamente ai 2.8 dei milioni di euro già spesi. Il "bubbone" è stato sollevato dal consigliere del Movimento 5 Stelle Massimo Riva che ha definitivo l’intera questione “semplicemente oltraggiosa” e nel frattempo ha presentato una mozione per annullare la delibera del 15 settembre scorso.