Domenico Laganà, un postino in bici a Milano

È tra i 4 portalettere milanesi (su 670) che non si sono convertiti ai mezzi motorizzati