Varese rivoluziona la viabilità. Apre la rotonda contro le code

Addio semafori per agevolare l’accesso per chi arriva dall’autostrada. Il sindaco: "Opera complessa" .

Varese rivoluziona la viabilità. Apre la rotonda contro le code

Una veduta dall’alto della nuova viabilità Ieri è stata ufficialmente inaugurata dal sindaco la rotatoria in largo Flaiano per rendere più veloce l’ingresso e l’uscita dei mezzi dalla città

Addio semafori. In largo Flaiano è arrivata la tanto attesa rotatoria. La svolta ieri pomeriggio con la prima auto, una Hyundai bianca, che ha percorso la rotonda arrivando dal centro e imboccando viale Borri. È iniziata così la rivoluzione viabilistica che punta a migliorare la viabilità in accesso a Varese con la rimozione dei sei impianti semaforici presenti nell’area, di cui uno in particolare alla base delle lunghe code che si creavano all’arrivo dal raccordo autostradale. Un vero "tappo" per le auto provenienti da Milano che raggiungevano la città. Ora con la rotonda la viabilità sarà più scorrevole, grazie anche agli altri interventi realizzati negli ultimi anni nel comparto di viale Europa, tra cui anche un nuovo svincolo in uscita che gli automobilisti hanno imparato ad utilizzare negli scorsi mesi, vista la chiusura della bretella.

Con l’apertura della rotatoria è tornato attivo quindi anche il raccordo che porta direttamente in centro: i prossimi giorni saranno da test per l’Amministrazione comunale per capire gli effettivi benefici al traffico. E non solo: naturalmente servirà un po’ di tempo agli automobilisti per abituarsi al nuovo assetto rivoluzionato dell’incrocio, con la rotatoria resa possibile dalla recente costruzione di un secondo ponte. La polizia locale vigilerà e sarà presente nelle prossime settimane per monitorare la situazione. Lo ha sottolineato anche l’assessore ai lavori pubblici Andrea Civati. "Come ogni novità ci vorrà del tempo per abituarsi. Ma le prime sensazioni degli automobilisti che passano sono positive".

Tra le principali novità portate dalla rotonda anche il cambio della direzione di marcia su via Gradisca e via Lazio. All’inaugurazione presente anche il sindaco, Davide Galimberti: è stato lui a guidare la prima auto che ha imboccato la rotonda in arrivo dall’A8. "Un’opera complessa, realizzata grazie a una grande collaborazione istituzionale con Stato e Regione, con la regia del Comune. Una rotatoria che modifica completamente la viabilità di questa zona, dando una nuova prospettiva a Varese, ai varesini e a chi proviene da fuori città". Ad esprimere il suo plauso il senatore varesino del Pd Alessandro Alfieri: con un suo emendamento nel 2020 erano stati destinati 2 milioni di euro per la realizzazione dell’opera.