Un fermato nei boschi dello spaccio

L’incursione nei boschi, all’inseguimento di uno spacciatore, si è concluso con il suo arresto, e con il sequestro di quasi...

Un fermato nei boschi  dello spaccio
Un fermato nei boschi dello spaccio

L’incursione nei boschi, all’inseguimento di uno spacciatore, si è concluso con il suo arresto, e con il sequestro di quasi due chili di droga, tra cocaina, eroina ed hashish, oltre a 20mila euro

in contanti. È il risultato dell’operazione svolta ieri mattina dai carabinieri della Tenenza di Mariano Comense, assieme agli Squadroni Cacciatori Sicilia, ad Arosio lungo la Novedratese, in località Cascina Guasta. Qui

i militari hanno individuato lo spacciatore, un marocchino

di 22 anni senza fissa dimora, Abdelali Sbiha, che ha tentato di fuggire inoltrandosi nella zona boschiva, ed è stato inseguito fino a essere bloccato in prossimità di un torrente. A quel punto, i militari hanno iniziato a fare il conto dello stupefacente e del denaro che aveva con sé. Innanzi tutto circa 20mila euro in contanti, suddivisi in diverse mazzette, ma tutti in banconote da 50, 20 e 10 euro. Ma soprattutto, uno svariato e cospicuo quantitativo di droga, inventariata involucro dopo involucro. C’erano 450 grammi di cocaina ancora in sassi, altri 90 in dosi da un grammo ciascuna già confezionate. Sono inoltre stati trovati 800 grammi di hashish in un unico panetto, altre due tavolette

da 80 grammi ciascuna, un sacchetto con ulteriori 95 grammi, e 20 dosi da 4 grammi ciascuna. Infine l’eroina: due confezioni da 50 e 70 grammi, anche in questo caso con lo stupefacente ancora in sassi, da lavorare per la suddivisione in dosi. A conti fatti, circa un chilo e 800 grammi di varie sostanze. I carabinieri hanno anche trovato 4 telefoni cellulari, un bilancino di precisione, un machete da mezzo metro di lunghezza

e due pistola scacciacani.

Il ventiduenne è stato arrestato in flagranza di reato. P.P.