"Un anno di incontri e dialoghi"

Il Presidente della Provincia di Varese, Marco Magrini, bilancia il primo anno di governo: due parole chiave sono "incontro" con il territorio e "dialogo" con le istituzioni. Un'attenzione particolare è rivolta al mondo dell'impresa e alle ciclabili. Un invito alle opposizioni a fare un passo in più per il territorio.

"Un anno di incontri e dialoghi"
"Un anno di incontri e dialoghi"

A gennaio iniziava l’esperienza alla guida della Provincia di Varese: per Marco Magrini (nella foto) è tempo di un bilancio del primo anno da presidente a Villa Recalcati, a capo di una maggioranza composta da civici e dem. Con una lunga nota ha voluto ripercorrere questi undici mesi, individuando due parole chiave. "La prima credo sia “incontro“ nella sua accezione più piena. Incontro con il territorio, con il quale si è instaurato un dialogo proficuo; e con i sindaci, per ora 63 ma intendo ascoltare tutti perché la Provincia è la loro casa". Quindi Magrini sottolinea l’attenzione al mondo dell’impresa, citando in particolare il comparto aerospaziale, per poi tornare con i piedi per terra, anzi sul pedale, ricordando gli investimenti per le ciclabili. Il presidente cita poi il confronto istituzionale con Regione, Prefettura, Comunità montane, Alfa, Camera di commercio, sindacati, associazioni di volontariato e Amministrazioni su specifiche tematiche.

Ecco poi la seconda parola chiave: dialogo. "La volontà della Giunta di Villa Recalcati di ascoltare tutti è evidente anche solo dall’agenda degli incontri con i sindaci di ogni schieramento politico – dice Magrini – Credo che il lavoro effettuato in quest’anno sia da attribuire oltre alla competenza e alla dedizione di tutti coloro che lavorano per questo ente, dico tutti, anche alla volontà forte di dialogare". Infine una stoccata alle opposizioni: "Non riescono a fare quel passo in più non per dare ragione a Magrini, ma per cercare di portare a casa importanti traguardi per il territorio".

Lorenzo Crespi