Nuove rotte a Malpensa, i comitati uniscono le forze e annunciano il ricorso al Tar

Nasce l’Unione dei comitati dell’Alta Valle del Ticino: “Abbiamo appreso con preoccupazione e sdegno della revisione delle Sid

Un'immagine dell'aeroporto di Malpensa

Un'immagine dell'aeroporto di Malpensa

Somma Lombardo (Varese) – Da ieri per tutelare l’ambiente e salvaguardare la salute dei cittadini contro le modifiche delle rotte di Malpensa che prenderanno il via, in fase sperimentale, il 18 aprile, i comitati civici di Coarezza, frazione di Somma Lombardo e Golasecca hanno unito le forze ed è nata l’Unione dei comitati dell’Alta Valle del Ticino.

“Le modifiche aumenteranno i disagi sulle nostre teste – dice Silverio Colombo, rappresentante dello storico Comitato di Coarezza e di tante battaglie contro i disagi causati dai sorvoli degli aerei – si torna alla situazione insostenibile della fine degli anni Novanta, per noi il peggio”. Ora con l’Unione dei comitati dell’Alta Valle del Ticino sono pronti a promuovere azioni legali e un ricorso al Tar contro le nuove rotte. Oggi dalla nuova Unione è stato diffuso un comunicato nel quale i comitati scrivono: “I comitati di cittadini di Coarezza e Golasecca hanno appreso con preoccupazione e sdegno della revisione delle SID, a seguito delle risultanze del tavolo tecnico della Commissione Aeroportuale del 28 febbraio 2023. Anziché essere condivisa preventivamente con la popolazione ed i Consigli Comunali, una tematica così importante che impatta notevolmente sulla condizione di vita dei nostri concittadini, viene unilateralmente imposta e successivamente comunicata alla popolazione tramite i soli organi di stampa”.

Continua la nota: “Nella riunione della Commissione Aeroportuale del 15 novembre 2023 è stata approvata l’eliminazione della rotta 318 con concentrazione del traffico sulla sola rotta 308. Solo per la prima fase della sperimentazione parte del traffico della cessante rotta 318 verrà traslato sulla rotta 303 che passa pochi metri più a sud, per poi essere ceduto alla rotta 308. Le rotte 303 (temporanea) e 308, risulteranno talmente vicine che difficilmente potranno essere identificate come due rotte distinte e passeranno in una stretta fascia di territorio, distanti solo pochi metri dagli antichi ed abitati centri storici di Coarezza e Golasecca. Con la soppressione della rotta 318 verrà inoltre intensificato il traffico in decollo sulla vicina frazione di Maddalena dove, sempre in una ristretta fascia di territorio, transiteranno la totalità dei decolli verso Nord Ovest sulle rotte 308 e 278. Coarezza sarà interessata dal rumore della 278 a sud e delle 303 e 308 a nord; al cimitero di Golasecca, che dista soli 500 metri dalla piazza centrale, transiteranno i voli della 308 sul quale dovrebbe concentrarsi il 56% del traffico totale di Nord Ovest”. Giovedì 7 marzo alle 20,45 a Coarezza assemblea pubblica.