L’ateneo del territorio . Fermi elogia l’Insubria: "Formazione di livello. Una scommessa vinta"

L’assessore regionale ha visitato l’Università con il rettore Tagliabue. Anche l’istituto varesino rientra nei piani di investimento della Regione. "Pronti 50 milioni per l’innovazione tecnologica e nuovi alloggi". .

L’ateneo del territorio . Fermi elogia l’Insubria: "Formazione di livello. Una scommessa vinta"

L’ateneo del territorio . Fermi elogia l’Insubria: "Formazione di livello. Una scommessa vinta"

Prima Varese e poi Como: l’assessore regionale a università, ricerca e innovazione Alessandro Fermi ha fatto tappa all’Università dell’Insubria nell’ambito del suo tour negli atenei lombardi iniziato a gennaio. Al suo fianco il sottosegretario di Regione Lombardia all’internazionalizzazione Raffaele Cattaneo. Ad accogliere la delegazione il rettore Angelo Tagliabue. "Tutte le nostre attività sono volte alla generazione di una qualità d’avanguardia - ha detto - la nostra forza è il rapporto uno ad uno, che ci consente di proporre un’offerta formativa elevata ed articolata. Siamo un’università che si basa sul rapporto umano".

Il direttore generale Marco Cavallotti ha messo in risalto le novità dell’Insubria, che grazie ai fondi proprio di Regione Lombardia ha attivato due nuovi centri speciali: il Criett (Centro di ricerca e trasferimento tecnologico), e il Tlc (Teaching and learning centre). Una presentazione generale dell’ateneo è stata effettuata dai professori Flavia Marinelli, delegata del rettore per la ricerca, e Mauro Fasano, delegato per l’innovazione e il trasferimento tecnologico.

In primo piano i numeri, con quasi 12mila studenti, 134 assegnisti di ricerca, 435 docenti, 352 amministrativi e tecnici. Quindi i 23 corsi di laurea triennale, 3 corsi di magistrale a ciclo unico e 15 corsi di laurea magistrale. È seguito il racconto delle esperienze personali di didattica e ricerca delle studentesse Sveva Bonomi e Lucrezia Maggi. L’assessore Alessandro Fermi ha quindi espresso il suo plauso per il percorso compiuto fin qui dall’ateneo. "La sfida lanciata 25 anni fa non era facile: l’Insubria è riuscita a diventare l’Università del territorio, concedendo l’opportunità ai giovani di acquisire una formazione di altissimo livello". Quindi lo sguardo al futuro delle università lombarde. "Stiamo lavorando per mettere a disposizione oltre 50 milioni per l’innovazione tecnologica e la creazione di nuovi alloggi".