“È nata tua figlia”. E il giocatore di basket abbandona la partita di basket per correre in ospedale

Il protagonista è Andrea Lattuada del Basket Lonate impegnato nel derby di serei D contro il Gorla Maggiore. La mamma lo avvisa dalla tribuna e lui lascia il parquet

Andrea Lattuada con la maglia del basket Lonate

Andrea Lattuada con la maglia del basket Lonate

Lonate Pozzolo, 30 gennaio 2024 – “È nata Lavinia, è nata Lavinia”. La voce che proviene dalla tribuna la conosce benissimo, è quella di sua mamma che lo avvisa di essere diventato papà. E così lui corre veloce verso la panchina, chiede il cambio, prende la borsa al volo e corre via tra lo stupore generale.

Sugli spalti nessuno capisce cosa stia succedendo. Nessun infortunio, anche perché Andrea Lattuada – il protagonista di questa storia da film, è lui – aveva appena segnato un canestro nel derby che lui e i suoi compagni di squadra del Basket Lonate stanno giocando al palazzetto di Gorla Minore (serie D).

Andrea si limita a spiegare “il momento è arrivato” mentre corre verso l’uscita tra gli applausi dei compagni di squadra, che invece sanno benissimo cosa stia accadendo. Una scena bellissima per una delle emozioni più belle che possa capitare ad un essere umano.

Più tardi la notizia diventa realtà con lo stesso Andrea che, raggiante, scrive a tutti che è diventato papà: la piccola Lavinia sta bene, così come mamma Carola. E gli applausi continuano.