I cuccioli sequestrati
I cuccioli sequestrati

Melegnano (Milano), 2 dicembre 2015 - Maltrattamento di animali e frode in commercio per aver messo in vendita cuccioli sotto i due mesi vita. Sono finite nei guai due persone a Melegnano, fra loro anche un veterinario. Il suo compito era quello di "aggiustare" i documenti dei cagnolini e dotare i cuccioli di microchip.

Il medico è stato denunciato insieme al suo presunto complice, un pregiudicato che aveva il compito di mettere in vendita i cani, soprattutto attraverso annunci online. In casa sua ne sono stati trovati 14, sequestrati dal Corpo Forestale dello Stato di Milano, su disposizione della Procura della Repubblica di Lodi.

Al traffico di cuccioli, probabilmente tutti provenienti dall’Est, il Corpo forestale è arrivato dopo la denuncia di un signore che, acquistato un cagnolino, ha dovuto affrontare molte cure perchè si ammalava in continuazione. Oltre ai cuccioli in casa dell’uomo sono stati trovate anche anche decine di scatole di farmaci provenienti soprattutto dall’Est Europa. La procura sta valutando per l’uomo anche l’accusa di importazione illecita di cuccioli dall’estero.