Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni
Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni

Milano, 10 novembre 2016 - L'ex vicepresidente della Regione Lombardia Mario Mantovani, che nel maggio 2014 ha sostituito Roberto Maroni nella missione a Tokyo, ha testimoniato al processo milanese a carico del Maroni, imputato per induzione indebita e turbata libertà nel procedimento di scelta del contraente per la vicenda delle presunte pressioni per far ottenere un contratto e un viaggio a due sue ex collaboratrici.

Mantovani è stato chiamato a testimoniare su quel viaggio in Giappone a cui il presidente della Regione, secondo l'accusa, avrebbe voluto che partecipasse anche la sua ex collaboratrice al Viminale, Maria Grazia Paturzo. Rispondendo alle domande del pm Eugenio Fusco, Mantovani ha raccontato di essere stato contattato dal capo della segreteria di Maroni, Giacomo Ciriello (anche lui imputato nel processo), il pomeriggio prima della partenza, affinché facesse le veci del presidente nella missione istituzionale a Tokyo.

"Quella sera - ha raccontato il teste - ho incontrato Maroni che mi ha detto di avere deciso di partire per un altro viaggio istituzionale a Berna". L'ex vicepresidente ha spiegato, poi, in aula che la missione a Tokyo "era ben strutturata" e prevedeva molti incontri per ogni giorno di viaggio, tra cui alcuni con la stampa locale al fine di "promuovere l'Expo all'estero". La prossima udienza è fissata per il 24 novembre.