Non solo Buchanan. L’Inter stringe per Zielinski. Pronto un quadriennale

Il centrocampista polacco lontano dal rinnovo contrattuale con il Napoli. Marotta e Ausilio pronti a un altro colpo a parametro zero per l’estate.

L’Inter stringe per Zielinski. Pronto un quadriennale
L’Inter stringe per Zielinski. Pronto un quadriennale

Il mercato di gennaio aprirà tra poche ore e l’Inter si prepara per essere protagonista. Un colpo soltanto, salvo sorprese, ma ben assestato e funzionale alle necessità. I nerazzurri hanno recapitato l’offerta da 6 milioni di euro al Bruges (che ne chiede 10), potrebbero salire fino a 8 e lavorare coi bonus, ma difficilmente andranno oltre. Sanno di poter contare sull’assenso del giocatore, col quale c’è un principio d’accordo per un quinquennale. Il canadese non è stato convocato per le ultime due partite dei belgi e attende solo di sapere quando prendere il volo per Milano: fosse per lui sarebbe già in Italia. Ausilio è convinto di potersi assicurare un elemento che in passato ha giostrato su ambo le fasce, non particolarmente pronto in fase difensiva ma con caratteristiche simili a quelle di Cuadrado, il cui infortunio è la ragione dell’investimento imminente.

Nella testa dei dirigenti non c’è solo la sessione trasferimenti invernale. A luglio, con la nuova stagione, potrebbero arrivare rinforzi fondamentali, uno su tutti Piotr Zielinski che ha un contratto in scadenza con il Napoli a giugno 2024 e finora non ha trovato i margini per prolungare. L’estate scorsa è stato a un passo dall’Arabia, è rimasto in città perché poco convinto dal radicale cambio di vita per sé e la famiglia e ora potrebbe trovare una sponda nell’Inter, che può garantirgli un quadriennale da 4,5 milioni a stagione, più commissioni e premio alla firma gradite all’entourage. Gli uomini mercato nerazzurri sanno che a luglio potrebbe esserci una casella libera nella zona mediana. Sensi e Agoumé sono in partenza, forse già a gennaio, mentre Klaassen ha un anno di contratto e finora ha fatto poco per guadagnarsi la conferma. Mkhitaryan dovrebbe ufficializzare a breve il rinnovo, prima del 31 dicembre in modo da poter godere ancora del Decreto Crescita. Restano Barella, Calhanoglu, Frattesi e Asllani, tutti destinati a restare nei ranghi salvo improvvisi cambi di rotta.

Sempre a parametro zero l’Inter proverà ad assicurarsi anche Tiago Djalò per la difesa e Mehdi Taremi per l’attacco, con i quali agenti si sta parlando da mesi. Qualora i discorsi dovessero andare a buon fine, in pratica l’Inter potrebbe chiudere la campagna acquisti dell’estate 2024 senza pagare alcun cartellino, ma solo gli ingaggi (pur di rilievo) dei nuovi innesti. Servirà che qualcuno faccia spazio, potrebbe toccare a Dumfries, che non ha un accordo per rinnovare e ha in Darmian un “backup“ in grado di affiancarsi eventualmente a Buchanan, e Sanchez, il cui accordo coi nerazzurri è soltanto di una stagione.