Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
1 giu 2022
1 giu 2022

Concerto Muse a Milano, la data: il 26 ottobre la band torna dal vivo all'Alcatraz

Tour esculsivo in sette città tra Stati Uniti ed Europa: si parte il 4 ottobre a Los Angeles, ultima data in Italia 

1 giu 2022
CONCERTO  DEI  MUSE
I Muse in concerto (Fotoschicchi)
CONCERTO  DEI  MUSE
I Muse in concerto (Fotoschicchi)

Milano, 1 giugno 2022 - I Muse tornano in Italia con un'unica data, a Milano, il 26 ottobre 2022. La rock band inglese ha infatti ufficializzato un tour esclusivo che toccherà solo sette città tra Stati Uniti ed Europa. Matthew Bellamy (voce, chitarra, pianoforte), 
Chris Wolstenholme (basso) e Dominic Howard (batteria) suoneranno all'Alcatraz, con un attesissimo e intimo concerto per il pubblico Italiano. I Muse tornano all'Alcatraz, dove avevano suonato anche nel lontano 2001 in un concerto aperto dai JJ72 e previsto inizialmente ai Magazzini generali, poi spostato vista l'affluenza di pubblico, in un'epoca nella quale avevano iniziato ad imporsi al grande pubblico, trainati dalla visibilità dell'Heineken Jammin Festival del 2000, nel quale avevano fatto da "apri-pista" per i Race against the machine. Il nuovo tour partirà il 4 ottobre da Los Angeles per concludersi proprio con la data di Milano, dopo aver toccato anche Chicago, Toronto, New York City, Amsterdam e Parigi.

Dopo Simulation Teory del 2018, la band ha annunciato la pubblicazione di un nuovo album: Will of the People, la cui pubblicazione è prevista per il 26 agosto. Ad anticipare il nuovo lavoro, i singolo Won't Stand Down e Compliance. "Will Of The People è influenzato dalla crescente incertezza e instabilità nel mondo - le parole di Bellamy -. La pandemia, nuove guerre in Europa, massicce proteste e rivolte, un tentativo di insurrezione, destabilizzazione della democrazia occidentale, crescente autoritarismo, incendi e disastri naturali e la destabilizzazione dell'ordine globale. È stato un periodo di preoccupazione per tutti noi, l'impero occidentale e il mondo naturale, che ci hanno cullato per così tanto tempo, sono veramente minacciati. Questo album è un viaggio personale attraverso quelle paure e la preparazione per ciò che verrà dopo"

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?