di MANUELA SANTACATTERINA - «Con Gaia e Jozef avevamo creato una famiglia. All'inizio, quando arrivano elementi nuovi, sei anche un po' timoroso. E invece è bastato uno sguardo. Mi ricordo la lettura del copione, quando ci siamo riuniti tutti quanti. Già lì si stavano iniziando a creare delle dinamiche. La famiglia si è soltanto espansa. Siamo un nucleo compatto, che funziona. È stato stupendo perché i timori iniziali si sono vanificati in un attimo». Ludovica Francesconi racconta così a Hot Corn com'è stato approcciare il set di Ancora più bello, secondo capitolo della trilogia iniziata con Sul più bello e che si concluderà con Sempre più bello. Un film che affronta vari temi, tra cui quello delle paure che ci fanno commettere errori. Così abbiamo chiesto anche alle new entry, Giancarlo Commare e il regista Claudio Norza, se per affrontare questa nuova avventura si sono ritrovati a dover scacciare qualche timore...

Scoprite altre interviste, approfondimenti e recensioni su HotCorn!