Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
24 mag 2022

IL GRAN MAESTRO LA MASSIMA AUTORITÀ DEL COLLEGIO DEI CAPITANI

MANIFESTAZIONE ALL’INSEGNA DI UNA VERA UNIONE D'INTENTI

24 mag 2022
Il Gran Maestro Raffaele Bonito
Il Gran Maestro Raffaele Bonito
Il Gran Maestro Raffaele Bonito
Il Gran Maestro Raffaele Bonito

Un Gran Priore che vanta due vittorie al Palio di Legnano nel 2005 e nel 2008 per la sua contrada, La Flora. Parliamo di Raffaele Bonito, il nuovo Gran Maestro del collegio dei Capitani e delle Contrade. «La Fondazione Palio di Legnano nata lo scorso febbraio – dichiara il neoeletto – deve rappresentare per tutto il mondo contradaiolo un input per far conoscere la nostra manifestazione sia in Italia che all’estero. È la prima volta che la neonata Fondazione è stata presentata alla tradizionale conferenza stampa dello scorso 18 maggio in Regione Lombardia, una location prestigiosa che ha consentito di divulgare ad una platea molto più ampia le peculiarità, e, al tempo stesso, il fascino del Palio di Legnano». Palio, la cui edizione 2022 ritorna all’antico splendore dopo due anni difficili e che, per il Gran Maestro, deve rappresentare sempre di più una "unione d’intenti", realizzata interfacciandosi e definendo le strategie con la singole contrade. «Come recita il motto del Collegio dei Capitani in corde concordes – aggiunge Raffaele Bonito – dobbiamo raggiungere un’armonia spirituale finalizzata a un comune e costruttivo obiettivo, il bene della manifestazione. La concordia, ricordiamocelo, non è solo conformità di sentimenti, di voleri e di opinioni tra più persone ma un intreccio simile a quello che su un telaio costituisce un tessuto. I fili di trama sono le Contrade, il Collegio, la Famiglia Legnanese, il Comune, i Contradaioli che si intersecano con i fili d’ordito, ovvero con la storia, la tradizione, i riti e le comunità culturali del nostro territorio. La concordia tra i vari elementi permette, oggi così come 846 anni fa, di creare un senso di adesione e condivisione unico e irripetibile». Una storia che, anno dopo anno, diventa di nuovo attuale anche per le giovani generazioni che partecipano con entusiasmo alla vita di contrada.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?