Vetrina della sartoria distrutta da sampietrino scagliato dalla strada

A Pavia, un giovane apparentemente alterato ha lanciato un sampietrino contro la vetrina di una sartoria senza motivo. La polizia è intervenuta ma il vandalo è fuggito. La proprietaria ha già sostituito il vetro danneggiato.

Vetrina della sartoria distrutta da sampietrino scagliato dalla strada

Vetrina della sartoria distrutta da sampietrino scagliato dalla strada

Un gesto senza alcun motivo apparente. Un sampietrino preso dalla strada e scagliato contro la vetrina di un negozio di sartoria, in corso Garibaldi a Pavia. Erano circa le 4 di ieri quando alcuni residenti allarmati per il rumore dei vetri infranti hanno chiamato il 112 e sul posto è intervenuta una pattuglia del Radiomobile dei carabinieri della Compagnia di Pavia. Sarebbe stato visto allontanarsi un giovane, descritto come probabilmente straniero, in evidente stato di alterazione, forse ubriaco o in preda a una crisi psichica. All’arrivo dei militari sul posto, del vandalo rimasto ignoto non c’era più alcuna traccia, riuscito a dileguarsi a piedi per le vie limitrofe del centro storico. La titolare della Sartoria San Michele, di nazionalità cinese, ieri pomeriggio aveva già sostituito la vetrata, oltre ad aver sporto denuncia, contro ignoti, per il danneggiamento. Non si sarebbe infatti trattato di un tentativo di furto: l’obiettivo del lancio del sampietrino non era quello di introdursi nel negozio per rubare, ma sarebbe stato un gesto fine a se stesso, senza un perché se non la folle alterazione del responsabile, che però ha fatto danni all’esercente, colpendo una delle poche attività rimaste tra molti negozi sfitti. S.Z.