Genitori sulle barricate: "Nelle nostre scuole è arrivato il malaffare"

Le famiglie hanno ritirato da materna e primaria sigillate le cose dei figli . Domenica corteo della legalità dalla Mirabello di Pavia a San Genesio.

Genitori sulle barricate: "Nelle nostre scuole è arrivato il malaffare"

Genitori sulle barricate: "Nelle nostre scuole è arrivato il malaffare"

"La misura è colma! I cittadini non si arrendono al malaffare e vogliono manifestare tutto il loro sconcerto di fronte alla lobby politico-affaristica che per anni avrebbe operato nel nostro territorio e che sembrerebbe essere arrivata fino a mettere a repentaglio l’incolumità dei nostri bambini per i propri interessi economici". Mentre le mamme dei piccoli che frequentavano le scuole di San Genesio sono entrate a ritirare tutti gli effetti personali dei loro figli che, da quando l’edificio è stato posto sotto sequestro, sono stati trasferiti a Pavia, il centrosinistra di Palazzo Mezzabarba organizza un “corteo della legalità“ da Pavia a San Genesio, i due comuni coinvolti nell’indagine della Procura su presunti appalti irregolari. L’inchiesta, che ha portato all’arresto di 4 persone e a 16 indagati, riguarda i vertici di Asm Pavia e l’Amministrazione comunale di San Genesio.

Il raduno è previsto domenica alle 14.30 davanti alla primaria di Mirabello, poi il corteo si dirigerà a San Genesio dove le scuole sono sigillate "per gravi ipotesi di reato che hanno spinto il gip a convalidare la richiesta cautelare, essendo ravvisabili indizi di “uno scellerato sistema di potere locale ormai degenerato in bieco cartello politico-affaristico“ costruito su un uso inaccettabile delle risorse pubbliche".

Intanto non si placano le tensioni in maggioranza. I partiti che sostengono il sindaco Fabrizio Fracassi si sono riuniti ieri per parlare della nomina del prossimo presidente di Asm e decidere se la variante al Pgt dovrà arrivare in Consiglio comunale. Martedì invece il collegio sindacale di Asm ha accolto l’invito della commissione di garanzia. "L’azienda ha reagito bene al terremoto – ha detto la presidente del collegio, Cinzia Zerilli – È solida e in salute". Di recente però Asm sarebbe stata vittima di una truffa: un bonifico di 119mila euro per il pagamento di un fornitore abituale è stato effettuato su un Iban differente. "Un evento sfortunato", sostiene il collegio sindacale.

Nel frattempo proseguono gli interrogatori degli indagati. Il costruttore Biagio Maiorino che stava intervenendo sulla scuola di San Genesio e che ha pronunciato la frase "Salda la trave, quanto vuoi che pesino i bambini", si è scusato con i genitori: "Volevo dire che quelle travi non dovevano sostenere alcun carico".