Traffico non troppo diverso da una qualsiasi domenica di pioggia (Torres)
Traffico non troppo diverso da una qualsiasi domenica di pioggia (Torres)

Pavia, 7 febbraio 2016 - Domenica senza auto, sotto la pioggia. Con tante deroghe e pochi controlli. Il blocco domenicale del traffico disposto dal sindaco Massimo Depaoli per contrastare l’inquinamento atmosferico, non è stato ieri così rigido come quello del 28-30 dicembre scorso. Nonostante l’orario esteso, dalle 9 alle 18, un’ampia serie di deroghe permettava di circolare non solo ai mezzi meno inquinanti, compresi quelli a metano bloccati invece a dicembre, ma anche a qualsiasi auto con a bordo almeno tre persone, un car-pooling esteso di fatto a qualsiasi famiglia con anche solo un figlio.

E in effetti la sensazione ieri in città è stata quella di un numero di mezzi in circolazione non molto diverso da quello di un’altra qualsiasi domenica di pioggia. Forse più l’acqua del divieto di circolazione ha convinto i pavesi non solo a lasciare l’auto in garage ma proprio a non uscire di casa. I controlli agli ingressi non sono stati invece così inflessibili come nella precedente occasione: in alcuni punti (in via Treves e in via Abbiategrasso ad esempio) solo qualche transenna sui marciapiedi a lato della strada, in altri accessi (come allo stadio, al bivio Vela, in viale della Libertà e in viale Campari) vigili e protezione civile a filtrare le auto in base alle deroghe previste dall’ordinanza. Una specifica deroga consentiva anche la circolazione ai carri di carnevale, ma la prevista sfilata per le vie cittadine ieri pomeriggio è stata rinviata, a causa della pioggia, a domani, martedì grasso. Si è invece tenuta regolarmente l’iniziativa carnevalesca al coperto del teatro Volta, per la quale era stata appositamente inserita nell’ordinanza la deroga per chi fosse diretto in piazzale Salvo d’Aquisto, al rione Scala, arrivando dalla Tangenziale Nord.

Nonostante le previsioni meteo, che già da inizio settimana anticipavano la perturbazione in arrivo da sabato pomeriggio e con precipitazioni fino alla serata di ieri, il sindaco Massimo Depaoli non aveva voluto revocare il blocco del traffico: «Una revoca avrebbe solo creato più confusione». Comunque, nonostante la pioggia già iniziata debolmente a cadere appunto da sabato pomeriggio, il dato del Pm10 registrato alla centralina della Minerva nella giornata di sabato (reso noto ieri dall’Arpa) è stato sopra la soglia dei 50 microgrammi per metrocubo, a quota 59, per il primo giorno dopo 4 sotto il limite (36 venerdì, 27 giovedì, 34 mercoledì e 42 martedì). Il provvedimento disposto dal sindaco dopo 14 giorni consecutivi di superamento dei limiti del Pm10, di cui 7 giorni oltre i 100 microgrammi per metro cubo, sarà replicato domenica 28 febbraio. E le previsioni meteo a 3 settimane non sono affatto attendibili.

stefano.zanette@ilgiorno.net