Quotidiano Nazionale logo
22 feb 2022

Blocco ai cancelli per i premi di produzione

Landriano, giornata di agitazione alla Geodis. Nel pomeriggio l’accordo. con il responsabile della coop

manuela marziani
Cronaca
La protesta è scattata dalle 6 del mattino. Impedito l’ingresso ai camion
La protesta è scattata dalle 6 del mattino. Impedito l’ingresso ai camion
La protesta è scattata dalle 6 del mattino. Impedito l’ingresso ai camion

di Manuela Marziani Hanno incrociato le braccia e impedito ai camion di entrare. Per gran parte della giornata di ieri i lavoratori della Geodis iscritti al Si Cobas hanno scioperato. La protesta è scattata alle 6 perché i vertici aziendali hanno deciso di legare il premio di produzione alle presenze. "Così alcuni lavoratori percepiscono il premio di produzione e altri no" ha commentato Abdelghani Aitettalb del Sì Cobas secondo il quale non sempre chi è più presente è più produttivo. "Dai cancelli non entra e non esce nessuno" hanno sostenuto una quarantina di manifestanti che nelle prime ore del mattino hanno impedito ad almeno dieci autotreni di entrare a scaricare merce. Per evitare scontri, davanti alla logistica sono arrivati i carabinieri di Landriano e gli agenti della Digos. "L’accordo sulla produttività - ha aggiunto Abdelghani Aitettalb - è a parte e come tale va trattato. Non può essere legato alle presenze". In mattinata, invece, si era diffusa la notizia che i sindacati, anche nel caso in cui non si fossero raggiunti gli obiettivi previsti, avrebbero voluto venissero pagati i premi di produzione. "Non è così, questa è un’interpretazione sbagliata - hanno aggiunto i sindacati del Sì Cobas - così come non è corretto il modo in cui veniamo trattati. Ci hanno detto che per ottenere quello che vogliamo dobbiamo cambiare gli accordi. In alternativa, se ne deve discutere insieme a tutte le organizzazioni sindacali". Nel pomeriggio, nell’incontro che si è tenuto tra il responsabile della cooperativa, i delegati sindacali di tutte le sigle presenti alla Geodis, i coordinatori del Sì Cobas e i 350 lavoratori (200 dei quali iscritti al Sì Cobas) è stata raggiunta un’intesa: i 500 euro di premio di produzione concordato saranno in busta paga. Al termine della trattativa svoltasi tutta all’aperto e non nelle stanze dei bottoni, il ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?