Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
8 giu 2022

Un anno coi carabinieri di Monza: 508 arresti e 3.308 denunce

Nella festa per i 208 anni dalla Fondazione il Comando provinciale ricorda i risultati ottenuti grazie a oltre 26mila pattuglie, 99.166 persone identificate e 197 servizi straordinari di controllo

8 giu 2022
dario crippa
Cronaca

di Dario Crippa Negli ultimi dodici mesi hanno effettuato 26.419 pattuglie; identificato 99.166 persone; controllato 58.589 veicoli; svolto 197 servizi straordinari di controllo del territorio, sempre integrati con i diversi reparti specializzati – Nucleo Ispettorato del Lavoro (NIL), Nucleo Operativo Ecologico (NOE), Nucleo Antisofisticazione e Sanità (NAS), Gruppo Tutela Patrimonio Culturale (TPC) e Arma Forestale, per la verifica del rispetto delle specifiche normative di settore, per le quali l’Arma dei carabinieri costituisce – per legge – la polizia a competenza esclusiva. L’Arma dei carabinieri celebrava ieri 208 anni dalla sua Fondazione e, dopo due anni di pandemia, per ieri sera ha scelto un luogo centrale della città come piazza Duomo per ritrovarsi e fare festa con il concerto della sua Fanfara (una carabiniera ha intonato l’Inno d’Italia). La facciata del Duomo si è illuminata con il tricolore, luci speciali e video hanno ricordato l’impegno dell’Arma. E dopo gli encomi, è stato consegnato dal coordinatore provinciale dell’Associazione Nazionale carabinieri di Monza, Vito Potenza, un premio speciale: alla vedova di Walter Mapelli, magistrato monzese prematuramente scomparso, è andato il “Maresciallo Antonino De Gaetano”, riconoscimento intitolato all’eroico ultimo superstite della Battaglia di Culquaber nel 1941. Gli encomi per meriti di servizio sono andati invece al maggiore Arcangelo Maiello, al luogotenente Giuseppe Vecchio, ai luogotenenti Biagio Iscaro e Stefano Di Bartolo, all’appuntato scelto Salvatore Iozzia, al maresciallo maggiore Antonio Piredda, al maresciallo capo Anania Giuseppe Convertini, al vicebrigadiere Diego Erriu, al vicebrigadiere Matteo Cappeddu, all’appuntato scelto Vincenzo Spataro, al carabiniere Marco Bongiorno, all’appuntato scelto Agostino Amendola. Il Comando provinciale comandato dal colonnello Gianfilippo Simoniello ha approfittato della giornata per dare conto del lavoro svolto nell’ultimo anno e dei risultati ottenuti. Le attività di pubblica sicurezza e di polizia giudiziaria hanno portato complessivamente a 3.308 denunce e 508 arresti. Sul fronte investigativo numerose le operazioni significative: “Reddito di cittadinanza”, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?