Tra scuola e bottega. Finanza, marketing digitale e liceo del Made in Italy: “scorciatoia“ per il lavoro

Il Bassi di Seregno e il Martin Luther King di Muggiò pronti ad applicare la riforma Valditara. Gli indirizzi dureranno 4 anni invece di 5, poi lo studente sceglierà se proseguire per altri due.

Tra scuola e bottega. Finanza, marketing digitale e liceo del Made in Italy: “scorciatoia“ per il lavoro
Tra scuola e bottega. Finanza, marketing digitale e liceo del Made in Italy: “scorciatoia“ per il lavoro

Istituti tecnici di quattro anni al via anche in Brianza. Fra le scuole statali hanno aderito alla riforma Valditara degli istituti tecnici il “Martino Bassi“ di Seregno e il “Martin Luther King“ di Muggiò. A Seregno la nuova organizzazione degli studi sarà illustrata sabato (replica il 27) con il corso quadriennale in digital marketing. A Muggiò, come spiega la professoressa Monica Rivolta, saranno istituite una sezione per l’indirizzo amministrazione, finanza e marketing e una per il liceo del Made in Italy (1 sezione): open day sabato dalle 9.30. Al riguardo, la dirigente scolastica Daniela Motta sottolinea che "a settembre gli studenti del percorso quadriennale cominceranno qualche giorno prima del canonico 12 settembre e a giugno proseguiranno fino al 25, magari non con lezioni frontali, ma con laboratori, esperienze in azienda e approfondimenti con esperti".

La cosiddetta filiera, infatti, è composta da una scuola superiore, un Its (Istituto tecnico superiore, di solito post diploma), un Cfp (Centro di formazione professionale) e 3 o 4 imprese che agevolano l’accesso all’alternanza scuola-lavoro. Il quadro orario avrà le stesse materie del percorso tradizionale, ma con 35 ore invece di 32, cominciando al mattino alle 8, con 7 ore da 50 o 55 minuti, fino alle 14.25, tutti i giorni, da lunedì a venerdì. Resta invariato il quadro orario per italiano e inglese e la seconda lingua straniera, cambia l’organizzazione per le materie di indirizzo. "La nostra è una scuola a vocazione linguistica – spiega la preside –, quindi la terza lingua verrà introdotta già dal secondo anno, per recuperare il quinto e per specializzarsi maggiormente. Per tutti i quattro anni, un’ora alla settimana, per ciascuna lingua, verrà condotta dall’insegnante madrelingua che affiancherà la docente di grammatica, come accade oggi solo al liceo linguistico". In quarta i ragazzi sosterranno l’esame di maturità, insieme ai compagni degli indirizzi da 5 anni, poi potranno scegliere tra università, Its o intraprendere un percorso lavorativo. La prospettiva di un corso quadriennale, introduttivo al lavoro interessa ovviamente anche ad Afol (Agenzia per la formazione, l’orientamento e il lavoro di Monza e Brianza), l’azienda speciale della Provincia di Monza e della Brianza che si occupa di promuovere il diritto al lavoro, attraverso l’erogazione di orientamento, formazione, inserimento e al mantenimento del lavoro. Tanto che ha chiesto la sperimentazione quadriennale per il corso di grafica del Cfp Terragni di Meda (insieme a Enaip di Vimercate) e di Informatica del Cfp Pertini di Seregno (insieme a Ecfop di Monza).