Quotidiano Nazionale logo
28 gen 2022

Nuova riforma dei rifiuti: un anno di monitoraggio

Monza, Commissione consiliare aperta al pubblico su piattaforma web per chiarire ai cittadini dubbi e problemi: fino a fine anno nessuna sanzione

cristina bertolini
Cronaca
Il manuale di istruzioni in distribuzione con i sacchetti e il mastello per l’umido
Il manuale di istruzioni in distribuzione con i sacchetti e il mastello per l’umido
Il manuale di istruzioni in distribuzione con i sacchetti e il mastello per l’umido

di Cristina Bertolini La nuova "riforma dei rifiuti" entrerà in vigore dal 1 marzo, in fase sperimentale per dieci mesi, cioè fino a fine anno. Per tutto il periodo non scatteranno sanzioni né pagamenti straordinari. Sacco rosso del residuo secco, sul banco degli imputati per dimensioni e modalità di utilizzo, durante la Commissione consiliare Politiche del territorio, tenutasi ad hoc, l’altra sera e aperta al pubblico tramite piattaforma web. "Abbiamo bisogno di un anno di monitoraggio per sapere quanti e quali rifiuti vengono prodotti – spiega l’assessora all’Urbanistica Martina Sassoli – solo dopo stabiliremo la tipologia delle tariffe (in base a peso, presa, consegna del sacco mezzo pieno o intero...). Ad oggi abbiamo bisogno di creare un Data base, per determinare un modello". Il famigerato sacco rosso da 70 litri, dotato di microchip che lo attribuisce direttamente al titolare di Tari, dovrebbe servire per ridurre la frazione residua (dopo aver differenziato umido, carta, plastica e vetro), per aumentare l’attuale raccolta differenziata dal 67% all’80%, limitando i rifiuti non riciclabili. Ma il consigliere Paolo Piffer (Civicamente) e a seguire Marco Pietrobon (Pd) hanno fatto osservare le implicazioni igienico sanitarie di un sacco rosso da 70 litri, da tenere in casa fino a riempimento con pannolini, pannoloni, assorbenti, sigarette, gusci di mitili. La raccolta sarebbe una volta alla settimana, quindi i consiglieri hanno chiesto se possa rimanere l’attuale cadenza bisettimanale, ma senza successo. Chi li consegna mezzi pieni, più ne consuma e più pagherà. L’assessora Sassoli ha spiegato che per chi ha anziani o bimbi piccoli che usano presidi si può attivare un servizio gratuito di raccolta, con iscrizione a un apposito elenco di fruitori. Sul manuale di istruzioni in distribuzione con i sacchetti e il mastello per l’umido è riportato il numero verde 800 77 49 99 o il sito www.monzapulita.it a cui ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?