Quotidiano Nazionale logo
27 gen 2022

Interrogazione al Ministero sulle minacce “fai-da-te“ del sindaco

Il deputato brianzolo Capitanio: "La notizia che sia indagato lascia tutti senza parole". Ma in paese tanti difendono e fanno quadrato attorno a Siccardi che preferisce tacere

barbara calderola
Cronaca

di Barbara Calderola Un’interrogazione al ministero dell’Interno "perché segua da vicino la vicenda". L’ha depositata il deputato brianzolo Massimiliano Capitanio (Lega) "per fare luce sul presunto caso di simulazione di reato a carico del sindaco di Ornago Daniel Siccardi". Per gli inquirenti si sarebbe minacciato da solo. "La notizia che la Procura di Monza l’ha indagato lascia tutti senza parole – aggiunge l’onorevole –. Sono stato tra i primi a manifestargli solidarietà quando aveva denunciato le intimidazioni di cui sarebbe stato vittima e avevo partecipato con convinzione alla manifestazione in suo sostegno davanti alla piazza del Comune perché conosco la trincea in cui lavorano i nostri primi cittadini. Spero che il sindaco riesca a chiarire al più presto la sua posizione, altrimenti sarebbe un fatto di una gravità assoluta perché la fiducia nelle istituzioni non va tradita. Valuti seriamente se non sia il caso di mettersi da parte". Reazioni all’inchiesta arrivano anche dalla Regione, pure il consigliere leghista Alessandro Corbetta si augura che "il primo cittadino smentisca al più presto con i fatti la notizia che lo riguarda. In caso contrario saremmo di fronte a un fatto vergognoso che segnerebbe la fine di questa travagliata amministrazione". Nonostante le sollecitazioni che gli arrivano un po’ dappertutto Siccardi tace. L’altro ieri dopo l’interrogatorio del pubblico ministero ha affidato una brevissima riflessione ai social: "Non posso dire molto. Aspetto con fiducia le decisioni del pm", poi più nulla. Ma nel piccolo centro del Vimercatese in tanti lo difendono e fanno quadrato intorno a lui: "Abbiamo fiducia in te", "siamo al tuo fianco" sono i post che si susseguono nella sua bacheca Facebook. La minoranza invece prova a fare rientrare l’affaire nei ranghi istituzionali. Ieri sera Progresso e Solidarietà ha depositato la richiesta di un Consiglio comunale urgente "per spiegare alla comunità cosa stia succedendo", dicono ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?