Bertolaso e il caso “razza italica”, Sala: ogni tanto gli scappa la frizione ma voglio credere alla sua buona fede

Nelle scorse ore l’assessore lombardo al Welfare aveva precisato che si era trattato di una battuta, dicendosi “basito per l’attacco ricevuto”

Guido Bertolaso si è detto basito per gli attacchi ricevuti dopo il caso denatalità

Guido Bertolaso si è detto basito per gli attacchi ricevuti dopo il caso denatalità

Milano – Il tema della denatalità è destinato a diventare centrale nel dibattito politico e pubblico dei prossimi anni. Qualche mese fa uno studio della Fondazione Nordest aveva lanciato l’allarme sul rischio di una glaciazione demografica in Lombardia con una previsione “choc”: senza una inversione di tendenza in regione nel 2040 il saldo dei residenti vedrà il segno meno, con un calo di 673mila. L’argomento – come detto – è caldo e ha numerose implicazioni a livello socio-economico. Nelle scorse ore però, si è tornati a parlarne non nella sostanza, ma per le polemiche scaturite dalle parole di Guido Bertolaso sulla “razza italica” che rischia di scomparire

Sul tema è intervenuto oggi lo stesso sindaco di Milano che ha stemperato le polemiche sull’assessore lombardo al Welfare: “Guido Bertolaso lo conosco bene – ha detto il primo cittadino -. Ogni tanto gli scappa la frizione e dice qualcosa che non dovrebbe dire”. Sala ha poi aggiunto: “Voglio continuare a credere alla sua buona fede, perché alla fine è giusto fare così. Dovrebbe evitare in questi momenti, ma io chiuderei qui la polemica francamente”. 

Ieri – dopo essere stato travolto dalle critiche – l’ex numero uno della Protezione Civile aveva spiegato: “Ho fatto una battuta sul rischio che l'inverno demografico ci faccia scomparire come italiani ma ne prendo atto e chiedo scusa". Bertolaso si era detto “basito da questo attacco così violento nei confronti di un funzionario servitore del Paese che sta cercando solo di risolvere i problemi", ricordando che “il problema dell'inverno demografico è ormai riconosciuto urbi et orbi”.