Nicolò Melli è tornato in biancorosso
Nicolò Melli è tornato in biancorosso

Casalecchio di Reno (Bologna) - Milano inizia nel modo giusto la sua avventura alla Final Eight di Supercoppa risolvendo senza problemi la pratica Treviso con un netto 108-60. Un vero e proprio primo galoppo iniziale per i biancorossi contro un avversario falcidiato dalle assenze. Che fosse una gara già segnata in partenza, Treviso è tornata in campo a meno di 24 ore dalla qualificazione alla Champions League cestistica, lo si sapeva già: i dubbi sono svaniti quando è stato svelato il roster con ben 6 under 19 a referto, ma c'è da dire che i biancorossi hanno preso l'impegno comunque con la giusta serietà.

Messina per il primo turnover della stagione lascia in tribuna Grant e Tarczewski oltre all'infortunato Daniels. Il primo canestro ufficiale della stagione dell'Olimpia è opera di Malcolm Delaney che dopo circa 90" ha gonfiato per la prima volta la retina. Tra le novità quello che si mette più in vista è Mitoglou che mette insieme una "doppia doppia" da 15 punti e 11 rimbalzi, mentre l'ex di turno Alviti bombarda dall'arco dei 3 con 4/7 risultando anche il miglior realizzatore del match con 18 punti. Treviso prova a tenere alto l'onore con 6/9 da 3 nei primi 10 minuti, ma già nel primo quarto i biancorossi sono capaci di segnare addirittura 36 punti contro la tenera difesa trevigiana mandando a segno già 8 giocatori (Shields il migliore con 7 punti). Il 69-34 dell'intervallo è storia con l'Olimpia che riscrive il record di punti segnati nel primo tempo, senza riuscire a ritoccare il record sui 40 minuti che rimane quello del 2016 con i 109 punti segnati sempre dall'Olimpia contro Cremona. "E' difficile commentare una gara così - dice coach Messina - Treviso ha fato una settimana fantastica per entrare in Europa, noi abbiamo fatto una gara con serietà, un passo avanti per conoscerci un po' meglio, ma è ovvio che di fronte c'erano due squadre di livelli diversi".

Nella semifinale di lunedì alle 18 si gioca per davvero, i biancorossi, che sperano di recuperare Moraschini (out per una botta alla schiena, ma in panchina da sesto italiano) affronteranno l'Happy Casa Brindisi che ha vinto il quarto di finale contro Sassari per 76-66. Coach Messina dà uno sguardo al match: "Sono una squadra che gioca bene, con Vitucci tutti i giocatori sanno tutti cosa devono fare. Sono una squadra abbastanza avanti in questo momento, rispetto all'anno passato forse hanno meno creatività, ma mi sembrano più solidi".

ARMANI EXCHANGE MILANO-NUTRIBULLET TREVISO 108-60
Milano: Melli 10, Rodriguez 5, Ricci 5, Biligha 5, Moraschini ne, Hall 9, Delaney 7, Mitoglou 15, Shields 14, Alviti 18, Hines 9, Datome 11. All. Messina
Treviso: Poser 5, Faggian 4, Vettori 4, Bortolani 16, Ronca 2, Pellizzari 4, Buzzavo, Casarin 15, Chillo 7, Sokolowski ne, Jones 3, Akele ne. All. Menetti
Note: tiri da 2: MI 28/41, TV 13/36; tiri da 3: MI 11/25, TV 9/28; tiri liberi: MI 19/21, TV 7/7; rimbalzi: MI 43 (Mitoglou 11), TV 25 (Poser 5); assist: MI 23 (Delaney 4), TV 7 (Jones 3)