Luigi Datome, non sono bastati i suoi 16 punti da ex di turno
Luigi Datome, non sono bastati i suoi 16 punti da ex di turno

Milano - Questa volta è proprio la difesa il problema dell'Olimpia. Tante volte è stata decisiva, quanto in questa occasione la difficoltà per eccellenza che ha reso vana la buona prestazione offensiva. Così i turchi del Fenerbahce Istanbul sono corsari al Forum di Assago dove vincono per 92-100, subendo per la prima volta così tanti canestri. Le cattive notizie non finiscono in casa Armani, peraltro, perchè l'operazione al ginocchio patita questa mattina da Malcolm Delaney lo terrà fuori per oltre un mese. Se non altro coach Messina ha ritrovato dopo 43 giorni Jeff Brooks che ha giocato 9' con 5 punti segnati. Punter, invece, è stato il solito finalizzatore con 20 punti (5/7 da 2 e 3/6 da 3), come Shields è stato solidissimo con 6/8 da 2 e 5 assist, quanto Datome (16 punti con 5/8 dal campo). Mai come questa volta, però, è mancata la difesa e, in questo senso, l'assenza di Delaney si è sentita sugli esterni avversari, anche se pure a rimbalzi i milanesi hanno pagato dazio (20-35 per i turchi).

Le formazioni si fronteggiano a viso aperto con i biancorossi che aprono il campo con Roll e Micov, mentre De Colo è subito protagonista per i turchi (15-14). All'8' Brooks ritrova il campo, mentre l'AX con un doppio "2+1" di Tarczewski prova a prendere il controllo del match sul 28-24 del 10'. Le due triple filate di Rodriguez e quella di Datome (valida per i 2000 punti in Eurolega) tengono Milano in controllo sul 39-33 al 14' in una gara davvero piacevole, che in un paio di minuti ritorna in parità a quota 41. Il break dei gialloblu prosegue con uno 0-11 che fa malissimo per il 41-46 del 17' con Vesely che inizia a stazionare sopra il livello del ferro, ma le due triple di Punter e Datome permettono all'AX di rimanere attaccata al treno, mentre quella di Brooks sulla sirena firma il sorpasso 52-50 all'intervallo.

Milano riparte subito bene (60-53), ma la reazione dei turchi è imperiosa con un parziale di 0-13 che cambia totalmente l'inerzia del match (60-66). Poi sono le triple di Brown a far volare via i gialloblu sul 69-78 di fine terzo quarto con ben 7 triple nel periodo, dopo le sole 2 segnate in tutti i primi 20'
E' Punter a provare a suonare la carica per i biancorossi con 7 punti praticamente filati (77-80 al 32'), con Shields arrivano fino a -1 (81-82), ma i turchi sono padroni del match riprendendo di nuovo il match per mano per 83-90. Milano ci prova con la zona nel finale, ma il Fenerbahce ha preso il ritmo e non si ferma più, arrivando fino a quota 100. Venerdì di nuovo in campo, i biancorossi cercheranno riscatto a Kaunas sul campo dello Zalgiris.

ARMANI EXCHANGE MILANO-FENERBAHCE ISTANBUL 92-100
28-24; 52-50; 69-78
MILANO: Punter 20, Micov 8, Moraschini ne, Roll 5, Rodriguez 13, Tarczewski 6, Cinciarini ne, Shields 14, Brooks 5, Evans ne, Hines 5, Datome 16. All. Messina
ISTANBUL: Brown 18, Guduric 15, O'Quinn 3, Biberovic ne, De Colo 20, Pierre 15, Barthel 9, Vesely 13, Sipahi ne, Eddie, Muhammed ne, Duveriouglu 7. All. Kokoskov
Note: tiri da 2: MI 22/37, FI 25/43; tiri da 3: MI 13/25, FI 12/23; tiri liberi: MI 9/9, FI 14/15; rimbalzi: MI 20 (Datome 6), FI 35 (Vesely 10); assist: MI 18 (Shields 5), FI 22 (Vesely 8)