A | X Armani Exchange Olimpia Milano - Anadolu Efes Istanbul
A | X Armani Exchange Olimpia Milano - Anadolu Efes Istanbul

Milano - Ha avuto più fame l'Olimpia: la voglia di rimanere imbattuti in testa alla classifica ha superato quella di non essere più il fanalino di coda dell'Eurolega. I biancorossi hanno regolato l'Efes Istanbul in Forum "caliente" per 75-71 (circa 5000 spettatori) confermando tutti i progressi delle ultime settimane. Un'altra prova convincente, un altro segnale che la solidità di questo team è qualcosa di reale. Come il 22-2 di parziale che ha invertito letteralmente l'andamento della partita da quando i turchi sembravano gestirla con tranquillità a quando l'Olimpia ne ha preso il comando. E se bisogna scegliere un volto di chi ha cambiato il passo del match viene fuori quello di Dinos Mitoglou che completa la sua settimana da sogno bissando la buona prestazione anche di martedì scorso.

Questa volta il greco gioca una gara a tutto campo aggiungendo ai suoi 9 punti anche 7 rimbalzi e 5 assist, non facendo patire le difficoltà di Melli, condizionato dai falli nei suoi soli 12 minuti. L'altra risposta importante è quella che arriva da Malcolm Delaney alla sua miglior prova stagione (4/7 da 2 e 2/4 da 3) che permette anche di non soffrire un Rodriguez marcato a vista (1/4 al tiro in soli 10'). Se ogni volta Milano riesce a trovare un protagonista diverso è tutto più semplice per coach Messina. La gara è stata subito molto fisica con le squadre corpo a corpo anche nel punteggio con Delaney e Larkin protagonisti in un duello rusticano. I turchi sono i primi a prendere il largo con la tripla di Singleton per doppiare l'AX 7-14, mentre Milano deve tirare fuori dal cilindro 3 bombe consecutive (Hall-Datome-Rodriguez) per rimanere a contatto (16-21 al 10').

L'Armani arriva più vicino (20-21 all'11'), ma un paio di fischi dubbi (10 falli Milano, 2 Efes al 12') riportano il Forum a ribollire come 20 mesi fa, mentre i turchi riprendono quota con la tripla di Micic (20-28 con 15 punti di Micic, ma da quel momento solo 2). A questo Milano aggiunge, però, pessime percentuali interne (5/15) che rendono ogni attacco una vera impresa. Quando il canestro si allarga con Mitoglou e Shields prende possesso del match con un maxi break di 14-0 (39-34). Non cambia la storia ad inizio ripresa con Delaney e Shields che ripartono di slancio con altri 5 punti filati per il primo vantaggio in doppia cifra (47-36 al 23'). L'Efes si sblocca, ma Milano tiene botta e vola via quando Grant si inventa una magata con una tripla da metà campo per il 63-49 al 30'. Non basta, l'Efes rientra con uno 0-11 (63-60 al 33'), ma nel momento più difficile Milano si aggrappa a Mitoglou che segna i primi 5 punti del quarto (68-62), poi Hines la riporta anche a +11 (73-62). Non basta ancora, l'Efes ha ancora la forza di rientrare con 4 punti di Moerman (73-69), ma Delaney dalla lunetta chiude il conto (75-69) e Milano può esultare. Neanche il tempo di riposarsi domani, perchè domenica i milanesi chiudono una settimana di fuoco aspettando al Forum la Reyer Venezia nel big-match del campionato alle 20.45.

ARMANI EXCHANGE MILANO-EFES ISTANBUL 75-71
16-21; 42-36; 63-49
MILANO: Melli, Grant 3, Rodriguez 3, Tarczewski, Ricci, Hall 13, Delaney 16, Mitoglou 9, Shields 12, Alviti ne, Hines 8, Datome 11. All. Messina
ISTANBUL: Larkin 13, Beaubois 3, Singleton 5, Balbay, Gecim 6, Gazi, Moerman 12, Pleiss, Micic 17, Petrusev 10, Dunston 5. All. Ataman
Note: tiri da 2: MI 13/32, EI 15/27; tiri da 3: MI 14/33, EI 8/26; tiri liberi: MI 7/10, EI 17/20; rimbalzi: MI 32 (Mitoglou 7), EI 32 (Larkin 8); assist: MI 22 (Mitoglou 5), EI 15 (Micic 5)