Quotidiano Nazionale logo
10 mag 2022

Juve-Inter, Inzaghi: "Riperderei ancora punti in campionato per questa finale"

Il tecnico in conferenza stampa: "Il futuro è domani, alla corsa scudetto penseremo poi. A luglio non avrei mai pensato di essere qui"

featured image
Bastoni ci sarà

Milano, 10 maggio 2022 - Una nuova finale di Coppa Italia dopo undici anni. La prima, per l'Inter, con in panchina Simone Inzaghi, che da giocatore e allenatore ha conquistato il trofeo con la Lazio. Proverà a riempire ulteriormente la bacheca, per farlo deve battere la Juventus all'ultima possibilità di conquistare un alloro in questa stagione. I nerazzurri, per contro, hanno già vinto la Supercoppa Italiana e dopo la gara di domani avranno due giornate per conquistare lo scudetto, anche se devono sperare in uno scivolone del Milan.

Le parole di Inzaghi

"Il primo trofeo stagionale lo abbiamo vinto a gennaio, ma nel calcio è giusto non fermarsi a ricordare - dice Inzaghi nella conferenza stampa della vigilia -. Il futuro è domani, una volta finita la partita ci concentreremo sulle ultime due giornate di campionato. Ripensando a quella che è stata la stagione è stato fatto un grandissimo lavoro grazie alla società, alla squadra e a dei tifosi fantastici. Siamo all'11 maggio, probabilmente l'8 luglio non mi sarei aspettato tutto questo. Per 7-8 mesi abbiamo fatto del grandissimo calcio, poi abbiamo pagato una flessione perdendo qualche punto, ma se ripenso all'ottavo di finale di Champions, a come lo abbiamo giocato e alla finale ora raggiunta probabilmente riperderei ancora qualche punto".

Nerazzurri imbattuti con la Juve

Il bilancio degli incontri con i bianconeri in questa stagione è di un pari e due vittorie di cui una al 120' e l'altra in A entro i regolamentari. “Le partite sono state tutte una diversa dall'altra - continua il tecnico -. Domani sarà una gara aperta, con tantissima qualità in campo. Bisognerà essere bravi a interpretarla nel migliore dei modi e sbagliare il meno possibile perché le finali a volte sono decise dai piccoli episodi. Formazione? Deciderò in funzione di questa gara, non delle altre di campionato. Ne abbiamo parlato con la squadra, dobbiamo lasciarlo da parte. Forse avremmo preferito giocare questa gara dopo la fine della Serie A, ma non c'è alcun problema. Ci adegueremo”.

Le probabili: Vecino out, Bastoni recuperato

Nella rosa a disposizione di Inzaghi mancherà solo Matias Vecino, colpito nei giorni scorsi da un affaticamento muscolare. Dovrebbe riprendersi nel giro di qualche giorno, ma domani non sarà nemmeno in panchina. Andrà invece probabilmente in campo Bastoni, sebbene reduce da un infortunio e in gruppo soltanto da due giorni.

JUVENTUS (4-2-3-1): Perin; Danilo, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro; Rabiot, Zakaria; Cuadrado, Dybala, Morata; Vlahovic. All. Allegri.
INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Dzeko, Martinez. All. Inzaghi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?