Il festival Vivite a Milano
Il festival Vivite a Milano

Milano, 13 settembre 2019 - Le vigne sono lontane, soprattutto quelle più blasonate, eppure Milano può considerarsi a pieno titolo una capitale mondiale del vino. Per tanti motivi, a partire da quello più inconfutabile: i numeri.

Secondo uno studio commissionato dall'autorevole salone Wine Paris, infatti, Milano è la quarta città al mondo per consumo di vino, forte dei suoi 3,3 milioni di ettolitri l'anno. Tanti, tantissimi in un contesto nazionale in cui negli ultimi lustri il consumo pro capite è crollato da 120 a poco più di 30 litri. Inoltre, raccontano i dati della Camera di commercio, negli ultimi cinque anni le enoteche sono cresciute del 24% a Milano e hinterland, arrivando a quota 256. Numeri fra l'altro tutt'altro che freddi ma indicativi di interesse e passione per l'argomento vino, dal momento che si registra una forte crescita degli iscritti alle associazioni di settore. Onav Milano, ad esempio, nel giro di un quinquennio ha visto salire i propri iscritti del 30% passando dai 510 del 2014 ai 650 del 2018. "Con Torino siamo la sezione più numerosa d'Italia - sottolinea Luca Minicucci, delegato Onav della provincia di Milano - un dato molto significativo considerano che se a Torino, capoluogo di una patria del vino come il Piemonte, è abbastanza logico aspettarsi molti iscritti, da noi la passione per il buon bere va cercata e costruita".

Un cercare e costruire che viene sempre più naturale, considerando i tanti eventi dedicati al mondo di Bacco che si moltiplicano in città, andando ad affiancarsi agli appuntamenti storici. Lunedì prossimo, ad esempio, il centro congressi Fondazione Cariplo ospita l'edizione 2019 Best Italian Wine Awards, prestigioso concorso con giuria internazionale che ogni anno premia le 50 migliori etichette italiane. E sempre per l'edizione 2019 il Merano Wine Festival, probabilmente l'appuntamento vinicolo più rinomato d'Italia, accanto a quella tradizionale di Roma ha fortemente voluto anche un'anteprima milanese, in programma nel weekend dell'11-12 ottobre a Palazzo Bovara, nell'ambito della Milano Wine Week. Lo scorso novembre, invece, le cooperative produttrici avevano organizzato il loro festival Vivite alle ex Cavallerizze, portandovi all'inaugurazione l'allora vicepremier Luigi Di Maio. Ci sono poi gli eventi organizzati dai singoli consorzi, come il 'Collio Day' che a febbraio aveva portato in alcune città italiane - e Milano ovviamente era tra queste - le eccellenze di quella terra foriera di grandi bianchi quali Ribolla Gialla e Friulano; oppure il 'Trento Doc in città' che per una decina di giorni ha promosso eventi a tema in vari locali di Milano per promuovere le "bollicine di montagna", l'unica Doc spumantistica italiana insieme al Franciacorta. Insomma, a Milano il vino non c'è ma tutti ce lo vogliono portare.