Un milione di euro per la biblioteca: "Uno spazio che inviti a entrare"

Cologno Monzese, obiettivo dell’Amministrazione è ampliare la struttura rendendola all’avanguardia "Il progetto sarà un’opera discreta di seduzione del lettore attraverso vetrine e trasparenze delle aule".

Un milione di euro per la biblioteca: "Uno spazio che inviti a entrare"

Un milione di euro per la biblioteca: "Uno spazio che inviti a entrare"

Recuperare e ampliare gli spazi della biblioteca civica rendendola sempre più all’avanguardia per proposte innovative per tutto l’hinterland. Sono stati affidati i lavori, con un investimento pubblico di 650mila euro che si sommano alle risorse già stanziate per un primo restyling del settembre 2021, arrivando così a poco meno di un milione di euro.

In particolare, i lavori dei prossimi mesi consistono nel ridefinire lo spazio e le funzioni degli ambienti attuali attraverso un ampliamento della struttura. Il progetto, realizzato ancora durante la precedente Amministrazione, si dedica in particolare alla cura del settore di ingresso, "concepito come fattore decisivo per far scattare la molla di attrazione nei confronti degli utenti e dei passanti occasionali - si legge nel piano preliminare -. A differenza dell’attuale biblioteca, del tutto priva di una visibilità e di una caratterizzazione esterna, quella che risulta dal progetto eserciterà un’opera discreta, ma efficace di seduzione del lettore attraverso le vetrine, la trasparenza degli ambienti, l’offerta di materiali documentari, librari e multimediali, liberamente consultabili e manipolabili in totale amichevolezza". Superficie utile di 3.084 metri quadri, saranno inglobati i locali prima occupati dalla polizia locale che oggi ha sede nel Polo della Sicurezza in largo D’Acquisto. L’idea prevede anche l’utilizzo dello spazio del porticato per meglio relazionarsi sia con il giardino di Villa Casati sia con il centro storico e le sue attività. Un progetto in grado di trasformare la biblioteca in modo più aperto nei confronti dei cittadini. Nei programmi iniziali l’obiettivo era anche quello di far restare aperta la struttura anche di sera e quello di portare in città la presidenza del Sistema bibliotecario composto da Brugherio, Cernusco sul Naviglio e Vimodrone.

Fin dalla sua apertura la biblioteca è stata il cuore pulsante della cultura cittadina. La prima inaugurazione fu il 5 luglio del 1976 in una prima sede provvisoria nella scuola elementare di via Merano, nel 1978 si spostò nell’ex palazzo municipale di via Milano e nel 1992 traslocò definitivamente nella sede attuale in piazza Mentana. il patrimonio complessivo è costituito da poco più di 143mila documenti. Nel 2021 c’è stato una prima ristrutturazione, grazie al bando regionale Non solo libri. La biblioteca genera comunità: in quell’occasione è stata creata una nuova sala multimediale, è stata recuperata la terrazza all’aperto ed è stata aperta una nuova sala lettura.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro