Quotidiano Nazionale logo
29 apr 2022

Raffaello, 17 anni, del Berchet vince con "Il Quarto Stato"

Premio speciale Edoardo Kihlgren, una sfida fra 14 giovani talenti letterari. Menzione speciale alla più giovane, Martina Weisz, matricola del liceo Volta

Da sinistra, la presidente degli Amici di Edoardo Onlus, Rosella Milesi Saraval, la cerimonia di premiazione e Il Quarto Stato
Da sinistra, la presidente degli Amici di Edoardo Onlus, Rosella Milesi Saraval, la cerimonia di premiazione e Il Quarto Stato
Da sinistra, la presidente degli Amici di Edoardo Onlus, Rosella Milesi Saraval, la cerimonia di premiazione e Il Quarto Stato

Si è ispirato a uno dei quadri simbolo del Novecento per descrivere le sue angosce. Raffaello Sardo, 17 anni e studente del liceo classico Berchet, si è aggiudicato al Barrio’s Live mercoledì sera la prima edizione del Premio Speciale Edoardo Kihlgren Opera Prima - Fondazione di Comunità Milano per la scrittura. "Il Quarto Stato" dà il nome al suo racconto, come l’enorme dipinto di Pellizza da Volpedo – in prestito eccezionale a Firenze dal primo maggio – che diventa metafora delle paure del giovanissimo autore, abile a mescolare registri diversi (formale, introspettivo, colloquiale, ironico).

Promosso e organizzato dall’Associazione Amici di Edoardo, in collaborazione con la Fondazione di Comunità Milano onlus, il Premio Speciale è un nuovo concorso letterario dedicato agli studenti delle superiori di Milano ed è una "costola" del premio maggiore Kilhgren giunto alla XXIII edizione.

A partecipare alla nuova iniziativa sono stati 14 talenti, fra i 14 e 18 anni, invitati ad esprimersi sul tema "Comunque vicini. L’amicizia ai tempi del Covid-19". Paolo Bargna, che frequenta l’Istituto Maxwell, si è piazzato al secondo posto col racconto "Un Orrido Cominciamento" dove rielabora in modo alternativo il tema dell’amicizia in cui i protagonisti parlano e talvolta… abbaiano.

Al terzo posto Riccardo Poggi Longostrevi, dal liceo Volta, che ha preferito esprimersi in versi con "Però Rido" dove l’angoscia per la solitudine si stempera grazie alla catarsi del riso. A seguire la più giovane fra le promesse Martina Weisz, 14 anni dal Liceo Volta, che con "L’ombra del silenzio" elabora emozioni personali con un racconto delicato. Martina ha ricevuto anche la Menzione Speciale per la giovane età.

Una Menzione Speciale per la valorizzazione del Teatro è andata a Rachid Morchad, dal liceo Agnesi, per la sua "Lettera a Teatro".

Al vincitore è andato un premio di 700 euro, agli altri tre un riconoscimento di 500 euro. Soddisfatta della manifestazione Rosella Milesi Saraval, presidente di Amici di Edoardo Onlus "perché ci ha dato l’opportunità di conoscere più da vicino cosa pensano ragazzi e ragazze del mondo che li circonda. Ci piacerebbe in futuro attivare al Barrio’s un laboratorio di scrittura creativa che accompagni gli studenti nella stesura delle loro narrazioni" annuncia. "Il Premio Speciale è un tassello importante per "fare comunità"" aggiunge Massimo Cremona, vicepresidente Fondazione di Comunità Milano Onlus.

Annamaria Lazzari

Segui gli aggiornamenti

sul sito www.ilgiorno.it

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?