Puntare sul nuovo Pgt. Lavoro e ospitalità : "A Trezzo il futuro dovrà essere verde"

Le proposte del Sicet al documento urbanistico: serve un cambio di passo

Puntare sul nuovo Pgt. Lavoro e ospitalità : "A Trezzo il futuro dovrà essere verde"

Puntare sul nuovo Pgt. Lavoro e ospitalità : "A Trezzo il futuro dovrà essere verde"

Ospitalità e green economy, "a Trezzo il futuro deve essere verde". Dalla tutela dei diritti delle famiglie delle case popolari "alla nuova economia del territorio". Gianluigi Colombo, portavoce del Sicet, il sindacato inquilini, punta sul nuovo Piano di governo del territorio "per la svolta". Con due proposte al nuovo documento urbanistico parla di una vera e propria rivoluzione. "Un cambio di passo che ci permetterebbe di creare posti di lavoro e benessere senza impatto sulla natura". La formula perfetta da mettere in campo grazie all’arrivo della scuola alberghiera - "un indirizzo che il territorio a vocazione turistica aspetta da tempo" - e alla nascita di una cooperativa ortofrutticola. "Il Comune deve destinare due aree a queste iniziative, ecco perché il Pgt è essenziale - spiega -. Bisogna programmare e adesso è il momento giusto". "Trezzo attrae già studenti dalla Brianza e dalla Bergamasca, i nostri istituti sono frequentati solo per il 20% da residenti, una vocazione che permetterebbe al nuovo corso di affermarsi. La domanda non manca, sarebbe la conclusione naturale di un’aspirazione dell’area. Potremmo formare gli addetti direttamente qui". Porterebbe, invece, occupazione sostenibile in un circolo virtuoso di economia circolare la coop di futuri coltivatori di frutta e verdura. "Serve un terreno vicino al centro abitato, non da destinare a orti per hobby, ma a chi deve imparare un mestiere con tutti i crismi".

E una volta preso il pezzo di carta, "potrebbe nascere la cooperativa locale di produttori con mercato aperto alla gente". Un’iniziativa simile c’è già in città, si inserirebbe in quella scia". Molteplici i vantaggi per il responsabile del sindacato: "Creeremo posti di lavoro, di qualità e questa è la cosa più importante, contribuendo all’affermazione di una mentalità rispettosa della salute e dell’ambiente. Tre obiettivi prioritari in tempi di lotta alla febbre del pianeta e di risorse che scarseggiano". "Potremmo dare una spallata al precariato - sottolinea Colombo - avvicinando anche i giovani alla terra. Per riuscirci servono lungimiranza e la volontà di andare in questa direzione. Se il Piano di governo del territorio non avrà questa sensibilità perderemo un’occasione. Anzi, due".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro