Palazzo Marino “impacchettato“. Nuove facciate da 2,2 milioni

Il montaggio delle impalcature in piazza durerà 20 giorni e i tutti lavori si concluderanno in 16 mesi. Operazione sostenuta dal Gruppo Tod’s; previste iniziative per far conoscere la storia del luogo ai cittadini.

Palazzo Marino “impacchettato“. Nuove facciate da 2,2 milioni

Palazzo Marino “impacchettato“. Nuove facciate da 2,2 milioni

La casa dei milanesi è “impacchettata“: ha preso il via ieri in piazza della Scala il montaggio dei ponteggi per il restauro di Palazzo Marino. La posa in opera delle impalcature, che ha ottenuto il parere positivo della Soprintendenza, richiederà circa venti giorni e prelude all’avvio degli interventi sulla facciata principale della sede del Comune di Milano. I lavori di conservazione e recupero, a costo zero per l’Amministrazione, saranno interamente sostenuti dal gruppo Tod’s. Opere a cura di Estia, azienda specializzata nei restauri di monumenti e palazzi storici, su progetto di Dontstop Architettura Srl e Andrea Borri Architetti. Coordinatore per la Sicurezza in fase di esecuzione e responsabile lavori è Progetto Cmr. Sponsor tecnico, l’agenzia Jesurum-Leoni Comunicazione di US-The Future is Now srls, individuata tramite avviso pubblico lo scorso novembre.

Sul fronte di piazza della Scala si svolgerà la prima fase dell’intervento che, per un valore complessivo di oltre 2,2 milioni di euro, si svilupperà per lotti successivi sulle altre facciate esterne del palazzo e su quelle interne cinquecentesche del Cortile d’onore. I lavori dureranno al massimo 16 mesi e saranno l’occasione per fare conoscere al pubblico il centro civico di Milano: sono previste infatti iniziative di “cantiere aperto” e le cesate saranno usate come supporto per una storia illustrata di Palazzo Marino.

Red.Mi.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro