Una applicazione scaricabile sul proprio telefonino che riduce lo stress e il malessere mentale causato dagli smartphone si classifica al primo posto di “Dr. Start-upper”, il progetto dell’università Cattolica e Camera di commercio per lo sviluppo di idee imprenditoriali innovative per laureandi, dottorandi e studenti dei master dell’Ateneo. Realizzata da cinque studenti tra i 24 e 29...

Una applicazione scaricabile sul proprio telefonino che riduce lo stress e il malessere mentale causato dagli smartphone si classifica al primo posto di “Dr. Start-upper”, il progetto dell’università Cattolica e Camera di commercio per lo sviluppo di idee imprenditoriali innovative per laureandi, dottorandi e studenti dei master dell’Ateneo. Realizzata da cinque studenti tra i 24 e 29 anni, si chiama “Mind your time” e si potrà installare attraverso una versione gratuita da marzo 2021.

"Siamo molto soddisfatti, quando ci si lancia in questi progetti si parte a fondo perduto e ricevere un riconoscimento dall’esterno è veramente importante – ha spiegato Mattia Minzolini di “Mind your time” –. Lo smartphone è una fonte di distrazione costante e questo non porta solo ad un calo dell’attenzione, ma ha un impatto mentale sul benessere. La nostra applicazione riesce a rilevare, garantendo la privacy, un uso disfunzionale del telefono da parte della persona – entra nel dettaglio Minzolini –. Quando ciò accade, l’applicazione notifica all’utente l’uso scorretto e gli propone in base al profilo psicologico e allo stato d’animo degli esercizi per migliorare la produttività e il benessere, educandolo nel tempo a modalità di utilizzo più sostenibili".

Tra i 25 progetti totali, al secondo posto si è classificata “Wiso”, il progetto per sensibilizzare ad una vita green, e al terzo “Mia”, l’applicazione che gestisce gli acquisti. Il territorio milanese conferma un’alta concentrazione di start-up rispetto alla media nazionale, il 19,6%, contandone 2.254 con sede a Milano e provincia. Giunto alla settima edizione, l’impegno del progetto rimane sempre quello di "supporto all’imprenditorialità dei nostri studenti – racconta Andrea Mezzadri, coordinatore didattico di Dr. Start-upper –. Non vogliamo solo trasformare il loro sogno in realtà ma anche formarli con una mentalità di imprenditività che sarà una delle caratteristiche più ricercate nel mondo del lavoro". Fe.De.