Quotidiano Nazionale logo
26 feb 2022

Nausea e crampi per 50 bambini

Alcuni si sono sentiti male alla primaria Mario Galli, altri a casa. Verifiche di Nas e Ats su mensa e centro cottura

laura lana
Cronaca
Massimo Bruccoleri del Coordinamento genitori di Sesto San Giovanni
Massimo Bruccoleri del Coordinamento genitori di Sesto San Giovanni
Massimo Bruccoleri del Coordinamento genitori di Sesto San Giovanni

di Laura Lana Crampi allo stomaco, nausea, febbre. Quasi cinquanta bambini della “Mario Galli” si sono sentiti male giovedì, alcuni mentre erano ancora a scuola e altri una volta tornati a casa. Le verifiche sono ora in corso da parte dell’Ats e dei Nas, che ieri hanno effettuato un sopralluogo e preso alcuni campioni per verificare se si sia trattato di un’intossicazione. "Il numero dei bambini con sintomi è aumentato durante il giorno. Speriamo che si capisca presto la causa. Da genitore, non mi sento più sicura a far mangiare mia figlia a scuola", commenta Pamela. I controlli sullo stato di conservazione degli alimenti non avrebbero fatto riscontrare anomalie e negligenze. Per le analisi sui campioni, prelevati dagli alimenti, bisognerà aspettare l’esito di laboratorio, che potrebbe arrivare già lunedì. "Purtroppo a ora non si hanno ancora informazioni certe né conferme sulle cause – spiega Massimo Bruccoleri del coordinamento genitori Sesto –. L’augurio è prima di tutto che i bambini si rimettano presto. Quello che sappiamo è che Nas e ufficio di igiene hanno verificato il processo produttivo e hanno prelevato i campioni obbligatori per legge". Secondo il municipio il caso di un’intossicazione alimentare non troverebbe corrispondenza nel numero di bambini coinvolti (gli stessi pasti sono forniti a tutte le scuole del territorio) e nella differenza temporale dei sintomi. "Più probabile che si sia trattato di gastroenterite virale, ma lo sapremo dopo l’esito delle analisi", commenta l’amministrazione. "All’inizio i casi erano circa 30, ma nella giornata sono aumentati a 50. Tre bambini sono stati portati al pronto soccorso – commenta Silvia Ciccolella, commissaria mensa delle Galli –. Attendiamo l’esito delle indagini, fatte sia al centro cottura che a scuola e mi auguro che laddove ci siano state inadempienze, qualcuno paghi le conseguenze". Mariangela è uno dei genitori che ha passato mezza giornata ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?