La libertà e il valore del lavoro

L'Advisory Board Assolombarda per il Sociale promuove "Finalmente Libere" per sostenere l'uguaglianza di genere nel lavoro e l'empowerment femminile. Personalità di spicco condividono esperienze di vita e lavoro per superare le barriere di genere.

Razzante*

uguaglianza sostanziale delle opportunità tra uomo e donna si realizza in primo luogo sul terreno del diritto al lavoro. Ne è ben consapevole l’Advisory Board Assolombarda per il Sociale che nella Giornata internazionale della Donna promuove “Finalmente Libere”, un momento di riflessione dedicato alle donne, all’empowerment femminile e al valore del lavoro come opportunità di rinascita. L’iniziativa, in onda oggi alle ore 18 sul canale 501 di Sky, ha come obiettivo quello di sostenere con forza il rispetto delle donne e di ribadire l’importanza del lavoro come strumento di superamento delle barriere che ostacolano l’autonomia del genere femminile. Un dialogo in cui personaggi di spicco del mondo culturale, imprenditoriale, dell’impegno sociale, racconteranno le proprie significative esperienze di vita e di lavoro. “Ogni donna che entra nel mondo del lavoro non solo apre le porte alla propria realizzazione personale, ma concorre a sconfiggere gli stereotipi di genere e consegue una vittoria importante contro le barriere che ancora limitano l’accesso alle opportunità professionali e la sua autonomia - ha dichiarato Gabriella Magnoni Dompé, presidente dell’Advisory Board Assolombarda per il Sociale -. Il rispetto delle donne, della loro libertà e del loro ruolo all’interno della società e dell’economia sono pilastri dell’Advisory Board di Assolombarda. Ricordiamo che una piena cancellazione del gender gap potrebbe portare, nel 2050, secondo l’Istituto Europeo per la Parità di Genere, ad un aumento del PIL del 12% a livello continentale. Anche per questo, come Advisory Board, crediamo fermamente che, garantire alle donne una reale indipendenza economica attraverso il lavoro, sia non solo un obiettivo giusto, ma una componente vitale ed essenziale nella lotta per il progresso della società nel suo complesso”.

*Docente di Diritto dell’informazione all’Università Cattolica

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro