Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
24 mag 2022

In arrivo altre cento biciclette per il noleggio

24 mag 2022

Il piano della sosta, oltre all’aumento del ticket e al passaggio da 1.100 a 5.100 posteggi a pagamento, si porta dietro anche la riapertura della bicistazione con l’attivazione di un nuovo servizio di bikesharing. Ad Apcoa, la società concessionaria dell’appalto per 6 anni, sono stati infatti chiesti elementi aggiuntivi, soprattutto a favore della ciclabilità. In raccordo alla pista, che da Sesto Fs porterà al Rondò, e al piano BiciPlan di Città Metropolitana, sarà inaugurato il servizio di noleggio biciclette. In totale verranno messe a disposizione circa 100 bici, che saranno distribuite in 67 stazioni fisse, dove poter prendere o lasciare il mezzo a due ruote: la stazione FS, la fermata del metrò di Marelli, l’ospedale, piazza della Resistenza, l’università (via Adamello) e via Volontari del Sangue dove c’è il comando della polizia locale. La bicistazione di piazza Primo Maggio, che è stata riaperta da Apcoa come ufficio, non funionerà solo da infopoint del concessionario, ma anche come servizio di deposito e ciclofficina. "A carico del concessionario sono stati posti anche una serie di interventi stradali del valore di circa 200mila euro, volti a migliorare gli attraversamenti pedonali in tutta via Piave, in Via Puricelli Guerra e in via XX settembre", aveva annunciato l’assessore alla Mobilità Antonio Lamiranda. Con il canone di concessione di 900mila euro, che il Comune incasserà, sarà invece coperta la manutenzione delle strade e dei marciapiedi. "Attualmente a bilancio vengono stanziate risorse per circa 350mila euro. Tre volte gli attuali fondi disponibili. Sarà cosi possibile nei prossimi cinque anni di concessione sistemare tutte le strade di Sesto pari a circa 120 chilometri e gran parte dei marciapiedi". Critico, sul collegamento di mobilità lenta tra le parti della città divise dalla ferrovia, è il gruppo di Sesto Liberale e Democratica. "Ci sono alcune ombre. Attraverso restringimenti della carreggiata, dossi, zone a 30 chilometri orari, il progetto prevede di creare una direttrice lungo via XX settembre, Rondò, piazza della Repubblica, via Cesare da Sesto, Via Cavour e Manzoni. Riteniamo essenziale riqualificare gli altri suna ciclabile tra via Rovani e il centro storico, passando per il giardino di Villa Zorn. E, con l’occasione, si potrebbe sostituire la scalinata di via Piave con una più agevole rampa".

Laura Lana

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?