Quotidiano Nazionale logo
16 apr 2022

Pasqua, speciale regalo di Iginio Massari: le sue colombe al Pat e al personale sanitario

Il gesto del maestro della pasticceria italiana

featured image
Iginio Massari

Colombe di alta pasticceria al Pio Albergo Trivulzio di Milano. Il re della pasticceria italiana, il bresciano Iginio Massari, ha donato al Pat 869 dolci pasquali da un chilo. A renderlo noto sono stati il direttore generale e la presidente dell'Istituto, Giuseppe Calicchio e Secondina Ravera, che hanno voluto ringraziare il maestro.  "Con questo gesto - spiegano in una nota - il famoso pasticcere ha voluto esprimere il proprio ringraziamento al Pat, al personale che presta servizio con dedizione anche durante le festività e a tutti gli operatori del Centro vaccinale per l'attività resa a tutela della collettività. Ed è un regalo che dimostra vera sensibilità verso tutti i nostri ospiti. Abbiamo espresso profonda gratitudine al maestro Massari e ci associamo ai suoi ringraziamenti rivolti al personale. Si è trattato di una donazione inedita - aggiungono Dg e presidente - di grande generosità, che tutti noi, ospiti, medici e operatori, apprezziamo profondamente". 

Non si tratta dell'unico gesto di attenzione e ringraziamento al personale sanitario. Nei giorni scorsi Massari ha deciso di dedicare una parte dei dipendenti alla produzione di 2.500 colombe da regalare agli operatori sanitari lombardi. Iginio, Debora e Nicola Massari si sono recati presso l'hub vaccinale di Brescia per consegnare parte delle colombe destinate a tutti i centri lombardi. "Abbiamo deciso di fare questo gesto - spiega Iginio Massari - perché siamo convinti che tutti noi dobbiamo solo ringraziare coloro che negli ultimi due anni si sono adoperati per sconfiggere una malattia sconosciuta e che ci ha costretti a mesi difficili". "Da parte nostra - aggiunge Debora Massari - un grazie enorme a tutto il personale sanitario per tutto ciò che è stato fatto e si sta facendo non solo sotto l'aspetto professionale ma anche umano. Speriamo che questo piccolo dono possa rendere questa Pasqua un po' più dolce per tutti".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?