Milano, 16 maggio 2018 - Gli sportivi potranno tornare ad allenarsi nelle palestre milanesi senza più l'incubo di trovare l'armadietto forzato e "ripulito". La polizia ha arrestato "i ladri sportivi", così soprannominati per la loro capacità di entrare nelle palestre del centro di Milano e forzare le cassette di sicurezza davanti agli spogliatoi. In manette sono finiti un 47enne incensurato e un 48enne con precedenti: entrambi sono accusati di aver commesso un furto all'interno dei una nota plaestra del centro. Secondo le indagini, lo scorso 29 novembre, i due - insieme a un terzo complice, un 39enne che si è costituito in serata alla polizia di Torino - hanno forzato tre cassette di sicurezze portando via due Rolex del valore complessivo di 20mila euro, un Audemars Piguet di 20mila euro, un Seiko, portafogli con carte di credito e cellulari.

ll gruppo era ben organizzato: subito dopo aver forzato le cassette e preso il bottino, uno passava all'altro il portafogli per fargli incollare la propria foto tessera sulla carta d'identità della vittima. Con la carta di credito appena rubata è andato al vicino negozio Chanel nel Quadrilatero della moda per comprare una borsa da 9mila euro. Alle 14.17, circa mezz'ora dopo il furto in palestra, ha comprato un Rolex da 8.300 euro in una gioielleria in via Dell'Orso e alle 14.42 ha prelevato 250 euro in via Melchiorre Gioia. 

"Non si tratta del classico furto da palestra", ha spiegato la dirigente dell'Ufficio prevenzione generale della questura di Milano, Maria Josè Falcicchia -. Le tre cassette di sicurezza erano una diversa dall'altra e il tempo impiegato è stato maggiore rispetto a quello fulmineo solitamente utilizzato per questo genere di reato". La merce non è stata trovata e gli arrestati non hanno fornito alcuna informazione a riguardo. "Non è ancora chiaro - ha aggiunto Falcicchia - come abbiano fatto a entrare nella palestra, né la destinazione della borsa e dell'orologio successivamente acquistati". L'indagine ha portato gli investigatori in Brianza e in Liguria, dove la banda avrebbe commesso altri colpi con la stessa modalità e sempre ai danni dei clienti di palestre e Spa. Secondo la polizia, i ladri stavano preparando un altro furto a Milano, nella palestra Virgin in Bicocca. Avrebbero inoltre partecipato al furto di due costosi orologi all'hotel con Spa Palazzo Parigi di Milano.