Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
22 giu 2022
nicola palma e marianna vazzana
Cronaca
22 giu 2022

Preso con la droga in auto dopo una fuga di 250 chilometri da Milano a Viareggio

Da Santa Giulia alla località di mare toscana su una Panda rubata, finisce in manette Matteo Pierigè. In auto cocaina e hashish

22 giu 2022
nicola palma e marianna vazzana
Cronaca
Il trentenne Matteo Pierigè è stato arrestato dalla polizia sul lungomare di Viareggio
Arresto della polizia (foto di repertorio)
Il trentenne Matteo Pierigè è stato arrestato dalla polizia sul lungomare di Viareggio
Arresto della polizia (foto di repertorio)

Trovate questo articolo all'interno della newsletter "Buongiorno Milano". Ogni giorno alle ore 7, dal lunedì al venerdì, gli iscritti alla community del «Giorno» riceveranno una newsletter dedicata alla città di Milano. Per la prima volta i lettori potranno scegliere un prodotto completo, che offre un’informazione dettagliata, arricchita da tanti contenuti personalizzati: oltre alle notizie locali, una guida sempre aggiornata per vivere in maniera nuova la propria città, consigli di lettura e molto altro. www.ilgiorno.it/buongiornomilano

Milano - ​Da Milano alla Versilia . Due ore in fuga su un’auto rubata. Poi l’inseguimento in centro a Viareggio e l’arresto sul lungomare. È finita in manette la rocambolesca mattinata di Matteo Pierigè, trentenne originario di San Miniato, in provincia di Pistoia, accusato di resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione. La storia inizia alle 6.20 di lunedì, quando l’uomo, con precedenti per rapina e in libertà vigilata, si materializza a San Giuliano Milanese: prima mette a segno un furto in un outlet, poi scappa su una Panda della società di vigilanza Nos Security.

Alle 7.40 , un dipendente dell’azienda chiama il 112 per segnalare di aver localizzato tramite gps l’utilitaria bianca: è parcheggiata in via Manzù, a Santa Giulia, c’è un uomo al volante. I primi ad arrivare sono gli agenti della Volante del commissariato Mecenate, guidato dal dirigente Angelo De Simone: i poliziotti aprono la portiera e invitano il conducente a scendere, ma quest’ultimo innesta la retromarcia e prova a scappare; è in quei secondi concitati che il capopattuglia riesce a infilarsi nell’abitacolo e a tirare il freno a mano.

Pierigè non si ferma: l’agente scelto resta incastrato nello sportello e viene trascinato per una quindicina di metri, per poi essere scaraventato sull’asfalto (per fortuna ha riportato solo lievi contusioni giudicate guaribili in due giorni). La Panda travolge una Jeep Renegade e poi si dirige verso l’autostrada A1, imboccandola in direzione Bologna. I poliziotti danno l’allarme ai colleghi della centrale operativa della Questura, che a loro volta allertano la Stradale. Nel frattempo, gli addetti della control room di Nos Security forniscono tramite geolocalizzatore la posizione della Fiat, anche se alcuni tentativi di intercettarla vanno a vuoto.

Il momento buono arriva sul lungomare di Viareggio, a 250 chilometri dalla partenza: appena Pianigè si accorge della presenza delle auto della polizia, inizia a zigzagare per le strade della località balneare e a percorrerne alcune contromano. In via Buonarroti, a due passi dai lidi, gli agenti riescono a bloccarne la corsa: il trentenne viene subito ammanettato; e da un marsupio spuntano 8,4 grammi di cocaina e un pezzo di hashish di 0,9 grammi. Senza documenti, l’uomo viene fotosegnalato in commissariato.

Dai rilievi foto-dattiloscopici emergono le generalità, i precedenti e la misura della libertà vigilata a cui è sottoposto dal 14 aprile. Nel 2018 si era reso protagonista di un episodio simile nel Pisano: prima aveva rubato 30 euro in un’azienda dopo averne sfondato una vetrata con un’auto; poi si era rifugiato in una casa abitata da una donna di 55 anni e l’aveva minacciata con un’arma per farsi consegnare 300 euro.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?