Una manifestazione sindacale
Una manifestazione sindacale

Milano, 13 agosto 2019 - Supermercati e negozi aperti anche a Ferragosto. E dipendenti sottoposti a pressioni per coprire i turni nel giorno festivo, in una città che si svuota di residenti ma si riempie di turisti. A denunciare il fenomeno sono i sindacati Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs, che invitano i lavoratori «in caso di pressioni o forzature da parte dell’azienda a rivolgersi ai propri rappresentanti sindacali». Segnalano, inoltre, che «alcune imprese della grande distribuzione hanno fatto sottoscrivere nelle lettere di assunzione, in modo illegittimo, l’obbligo del lavoro festivo».

Un tema controverso, anche per la difficoltà di conciliare l’esigenza dei dipendenti di trascorrere le feste con le proprie famiglie e quella della grande distribuzione di garantire saracinesche aperte per una clientela che ha cambiato stile di vita, abituata a fare la spesa la domenica e quando gli uffici sono chiusi. E la stretta degli orari di apertura, uno dei cavalli di battaglia del M5s, rischia di naufragare con la crisi di Governo.

«Il decreto Salva Italia del governo Monti che ha previsto la liberalizzazione selvaggia degli orari commerciali - denunciano i sindacati - non ha portato né ad un aumento dell’occupazione e né ha rilanciato i consumi, ma ha solamente peggiorato le condizioni di vita e di lavoro. Da tempo continuiamo a batterci per una seria regolamentazione delle aperture degli esercizi commerciali. Regolamentazione peraltro promessa da tempo dal Governo, ma che invece non è ancora avvenuta». Le tre sigle ribadiscono quindi che «né la legge, né il contratto collettivo nazionale di lavoro prevedono l’obbligo della prestazione lavorativa in occasione delle giornate festive». Un Ferragosto che tanti lavoratori al centro di crisi aziendali vivranno col fiato sospeso. Tra loro i dipendenti Grancasa che, dopo gli esuberi, denunciano problemi sugli stipendi. «Visto il mancato riconoscimento del pagamento degli stipendi - sottolinea la Filcams - invitiamo tutti i lavoratori a godere della giornata festiva del 15 e 16 agosto».