Quotidiano Nazionale logo
18 mar 2022

Disagio diffuso servono interventi di sostegno

bruno
Cronaca

Bruno

Villois

Il diffuso disagio degli italiani è alimentato dall’incertezza che provoca la guerra in Europa, dall’inflazione in picchiata e dal rischio di blocco di molti comparti industriali per carenza di componentistica, con effetti negativi per l’occupazione, e soprattutto di una bolletta energetica letteralmente impazzita.Anche i redditi medio alti ne stanno soffrendo e Milano, il cui reddito pro-capite è quasi il doppio della media nazionale, paga maggiormente l’impatto essendo normalmente molto costoso viverci.Purtroppo, oltre ad una diffusa percezione negativa, a parlare chiaro sono i dati dei consumi dei beni durevoli, con abbigliamento sotto del 20% rispetto alle prime due settimane del mese di marzo 2021, ancor peggio per gli arredi e accessori che scontano un meno 40%, anche la propensione all’acquisto di immobili segna il passo con un meno 3%. L’alimentare, nonostante i continui rincari tiene, ma per riuscirci piovono le offerte e i premi quantità.I servizi risentono di uno scenario a tinte oscure, il turismo latita e il suo innumerevole indotto ne risente quasi come ai tempi delle ondate Covid. Gli italiani, alle prese con inflazione e annessi, avvertono l’esigenza di riprendere un modus vivendi normale, ma difettano le condizioni perché questo si avveri. Ad oggi è sbagliato ipotizzare una recessione, visto che la domanda fino a novembre era corposa e molte imprese manifatturiere avevano ordini per ben più dell’anno in corso, ma servirebbe una spinta ai consumi che non può che arrivare da un fiscalità accomodante, sia locale. Per i tanti balzelli che pesano su commercio e sevizi e ne fanno lievitare i costi di esercizio, sia a livello nazionale, con una detrazione dalle tasse dell’eccesso del costo di gas, elettricità e carburanti, in rapporto a quello dello scorso anno. Purtroppo per attuare forme di sostegno si rischia di dover far ricorso alle risorse del PNRR, rinunciando così ad una modernizzazione che però è indispensabile per il futuro dell’Italia.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?